Risparmiare sul biglietto del treno con la tariffa Amica

di pierfrancesco99 12

Se ieri vi avevamo segnalato una compagnia di autobus low-cost che permetteva a tutti i viaggiatori di ottenere un bel risparmio viaggiando in pullman. Oggi vi voglio consigliare un modo per risparmiare sui viaggi in treno, è più precisamente come risparmiare quando si viaggia con Trenitalia.

Infatti non tutti sono a conoscenza del fatto che quest’ultima permette di acquistare biglietti ferroviari scontati senza dover appartenere a qualche categoria specifica o senza possedere una carta fedeltà. Infatti la nuova tariffa Amica di Trenitalia consente di viaggiare con uno sconto del 20 per cento su tutte le tratte a media e lunga distanza, prenotando però entro le ore 24 del giorno precedente alla partenza, e ovviamente fino ad esaurimento posti.


Il prezzo minimo per poter applicare la tariffa è 10 euro. I biglietti possono essere acquistati sia in stazione, biglietteria o fast ticket, sia in internet, io personalmente vi consiglio questa ultima opzione in quanto è comodo ed evita lo stress delle code. Per acquistare un biglietto sul sito della Trenitalia con la nuova tariffa non dovremo fare altro che trovare il treno che c’interessa selezionare la tariffa Amica, pagare con carta di credito o postepay, dopo di che riceveremo via email un codice, stampata questa email che fungerà da biglietto.

Possiamo fare alcuni esempi, per un biglietto di andata e ritorno Roma-Milano con un Intercity plus il risparmio è di ben 16 euro, invece viaggiando con il treno Intercity Notte sulla tratta Bari-Roma il risparmio è di ben 11 euro. Sopratutto chi viaggia utilizzando spesso il treno trarrà un grande vantaggio da questa tariffa. Oppure chi vuole passare il week-end tra i musei capitolini ora lo potrà fare senza spendere un patrimonio alla voce Viaggio.

Commenti (12)

  1. Ottima segnalazione. Sarebbe utile sapere anche da Trenitalia quanti sono i posti con questa tariffa, magari. Dai numerosi tentativi che ho personalmente compiuto non mi sembrano molto numerosi.

  2. Sono comunque sempre troppo pochi 😛

  3. scusa..gentilmente mi potresti dire..: per avere la carta amica cosa si dovrebbe fare? o la carta amica è la cosidetta “carta viaggi” grazie per una risposta gentile 🙂 saluti Tony

  4. Venerdì 01/07/2011 sono partita dalla Stazione di Bolzano per Verona ed ho aqcuistato il biglietto di 1° classe co partenza da Bolzano alle ore 14,31.
    Quando sono salito sol treno non ho trovato il vagone di 1° classe, allarrivo del contrallore chiedo su questo treno non porta la 1° classe. La risposta che oggi la 1° classe non esiste, allora nel reto del mio biglietto mi ha scritto che mi posso recare in qualsiasi stazione per il rinborso, cosi ho fatto all’indomani sono andato presso un sportello per il ritiro dalla differenza.
    Premetto che ho aspettaco come solito quasi mezza ora per il mio turno, ma una volta arrivato mi ha fatto compilare una lettera che per le complicazioni di parole ho dovuto perdere quaso 15 minuti, dopo a tutto questo mi sento dire che la differenza mi arriverà un vaglia postale.
    Dico io. è mai possibile semplificare questa burocrazia e non vendere per quel giorno che manca la 1° i biglietti di 1° classe?
    Dico io. ma se in un vagone di 1° classe esistano almeno 50 persone dobbiamo fare tutta questa prassi?
    Dico io. ma nelle Ferrovie Italiane non c’è una persona che pensa anche il disagio che crea al cliente.?
    Dico io. o siamo i soliti clienti che deve pagare senza avere nessun servizio.?
    Sperio di avere una risposta in merito, ma spero che questo messaggio vada più rapidamente letto se si degna al direttore generale Dott. Moretti !!!!
    Dico io. o siamo sempre i soliti a pagare e basta.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>