LetsBonus: intervista al fondatore Miguel Vicente

di Laura 1

Di siti che offrono sconti, deals e coupon vari ne sono nati tanti. Ma é quando un sito raggiunge successo e rilevanza internazionale che iniziamo a chiederci chi ci sia dietro e come sia riuscito ad arrivare a tanto. LetsBonus é il celebre sito di shopping on line che ha fatto proprio il motto “Otteniamo sconti incredibili perché in tanti compriamo insieme”  e che ogni giorno propone vantaggiose offerte in tantissime città italiane, oltre che in Spagna, Argentina, Chile, Colombia, Messico, Portogallo e Uruguay. Miguel Vicente é CEO & Founder di LetsBonus: un giovane ingegnere industriale di trentasette anni con master e specializzazioni in Organizzazione Industriale, General Management e E-Business. Dopo varie esperienze in aziende di importanza internazionale, Miguel ha preso parte in qualità di fondatore a progetti di successo tra cui OnCruiser Yachting Club, fino al 2009, anno in cui fonda LetsBonus.

Oggi scopriremo le origini del progetto nonchè gli sviluppi futuri, proprio insieme al fondatore di Letsbonus, che ci ha gentilmente concesso un’intervista:

– Come é nato il progetto LetsBonus e di cosa si occupa?

Nasce nell’ormai “lontano” 2009 in Spagna, portando in Europa per primi il business del social shopping, ovvero proporre offerte sul web di servizi geotargettizati, all’inizio, poi di viaggi, prodotti e quant’altro, puntando sull’acquisto collettivo. In questo modo l’esercente si fa una pubblicità fenomenale online, dove la gente va per cercare proposte scontate ma, per quanto ci riguarda, soprattutto idee di consumo moderne e innovative. Quindi ci possiamo definire una fenomenale piattaforma di marketing innovativa, che nel contempo vende anche online. Il tutto remunerato a perfomance, e senza nessun costo fisso.

– Come scegliete i partner commerciali? Attuate qualche controllo o seguite un iter di approvazione?

I controlli sono tantissimi, a cominciare dalla scelta dei partner, che proviene proprio da noi. Inoltre abbiamo dei manager di città che selezionano le proposte portate dai vari account che, comunque, sono formati per contrattare solo gli esercizi di un certo livello e di proporre offerte che devono piacere al nostro utente tipo, di buon livello culturale, buone capacità di spesa e per quasi il 70% donna.

– Su Letsbonus avete anche una sezione dedicata ai viaggi: se un acquirente rimane deluso in qualche struttura, il servizio è scadente o comunque differente da quello espressamente riportato sul coupon, c’è qualche garanzia da parte di Letsbonus? In generale quindi come gestite il cliente insoddisfatto?

Innanzitutto ci tengo a sottolineare che noi lavoriamo con la licenza di agenzia viaggi e tour operator, gli unici ad averla nel settore. Quindi sottostiamo alle stesse regole di una normale agenzia di viaggi o di un tour operator. Con in più una grande forza commerciale e divisibilità. Quindi i tour operator non posso rischiare di fare figuracce, sia la loro organizzazione che le strutture che propongono. Il cliente per noi è ovviamente sacro, anche perché chi inizia a comprare da noi spesso non si ferma più e spazia tra tutti i nostri canali. Quindi cerchiamo in ogni modo di risolvere eventuali problemi riscontrati con noi o con i nostro partner. Ovviamente dopo i controlli dle caso. Perché ci teniamo, e molto, anche a non rovinare i rapporti con tutti quei partner che ci stanno dando fiducia.

– Alcuni siti concorrenti propongono la restituzione del coupon in caso di mancato utilizzo, cosa ne pensate? Avete intenzione di farlo in futuro anche voi?

Noi seguiamo le regole di mercato e in alcuni casi abbiamo rimborsato totalmente, con credito sul sito o ridando totalmente i soldi, anche casi in cui il diritto di recesso era già ampiamente scaduto. Altre volte parlando con il partner allunghiamo la validità dei coupon. Quindi cerchiamo sempre di risolvere eventuali problemi, tanto che abbiamo percentuali bassissime di mancato utilizzo di coupon.

– Avete in mente di cambiare qualche procedura, ci saranno delle novità in futuro (aggiornare termini di contratto, policy, nuove offerte in generale…)?

Nuove offerte di sicuro. Non ci fermiamo proprio ora sul più bello. Abbiamo già quattro categorie verticali, le offerte del giorno, geotargettizzate per città, i viaggi, i prodotti, shopping corner e un canale dedicato alle famiglie e ai bambini, Family&kids. In tutti questi canali cerchiamo di accrescere la già ampia varietà di prodotti, segmentando inoltre gli utenti che li ricevono. Inoltre sèpingeremo sempre di più sugli acquisti in mobilità.

– Per concludere, da esperto ci dia 3 suggerimenti per fare un buon acquisto online.

Sicuramente la prima regola è affidarsi a marchi conosciuti, acquistando prodotti di qualità. E per poter godere di queste grandi offerte bisogna continuare a monitorare il web, controllando i dettagli dell’offerta Naturalmente online. Infine, dopo non essersi fatta scappare l’offerta, dare feedback in Rete all’azienda produttrice o venditrice del servizio sulla Rete.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>