Caro benzina: Adiconsum anti-accisa chiede risparmio

di Redazione 4

E’ chiaro e forte l’appello di Pietro Giordano, Segretario Generale di Adiconsum, che lancia una richiesta a tutte le compagnie petrolifere chiedendo una riduzione delle accise che gravano sul prezzo del carburante riequilibrando il costo della benzina.

L’appello ufficiale è stato pubblicato on line con un comunicato della Adiconsum e firmato dallo stesso Pietro Giordano:

Chiediamo alle Compagnie petrolifere di abbattere almenodi 2 centesimi il costo della benzina. Le condizioni ci sono tutte. Basta far pagare solo alle famiglie-ammortizzatori sociali i costi della crisi. Sono 28 milioni i cittadiniche soffrono la crisi; più di 8 milioni i consumatori con redditi al di sottodella soglia di povertà. Reggere la crisi comporta un sacrificio da parte di tutti ad iniziare da chi ha risorse economiche disponibili come i petrolieri.

Come abbiamo già avuto modo di scrivere, il prezzo della benzina ha subito un nuovo rincaro a seguito del terremoto avvenuto in Emilia Romagna, una tragedia che ha comportato l’applicazione dell’accisa di 2 centesimi di euro, una misura adottata dal Governo.

L’abbattimento del costo del carburante, come ha dichiarato Pietro Giordano, potrebbe essere superiore ai 2 centesimi:

Le condizioni ci sono tutte visto che il petrolio è a 81,79 dollari al barile e il brent è sceso sotto i 100 dollari. Non si può continuare a far pagare solo alle famiglie i costi della crisi economica. Famiglie che fungono da principale ammortizzatore sociale, attutendo i colpi di unacrisi di sistema, adottando comportamenti di vera solidarietà tra le persone, sostenendo, anche economicamente, gli altri ammortizzatori sociali: cassa integrazione, indennità di disoccupazione e mobilità. Tutti strumenti chehanno impedito, grazie alle Organizzazioni sindacali, di non far sprofondare il Paese nel baratro.

Il caro benzina, purtroppo, è uno dei temi più citati negli ultimi periodi tanto da aver costretto gli automobilisti a cercare nuove idee: dal car sharing alla proposta Fiat, dalle pompe bianche alla riscoperta dei mezzi pubblici, fino al noleggio di biciclette.

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>