Caro benzina: un euro al litro, la proposta Fiat

di Redazione Commenta

Pieno a un euro al litro fino al 2015. E’ questa la proposta dell’azienda automobilistica piemontese Fiat che, per combattere il caro benzina e stimolare il mercato, ha pensato di lanciare questa rivoluzionaria iniziativa.

Tutti coloro che acquisteranno un’automobile Fiat entro il prossimo 31 luglio potranno fare rifornimento di benzina, o gasolio, al prezzo di fisso di un euro al litro e presso i distributori Ip che sosterranno l’iniziativa fino al 15 dicembre 2015.

Tutti coloro che acquisteranno un veicolo Fiat riceveranno una card personale che verrà attivata dal concessionario e che potrà essere utilizzata con un PIN speciale da digitare durante i rifornimenti. Non tutti i distributori di benzina e gasolio, però, hanno dichiarato di voler sostenere l’iniziativa: gli automobilisti provvisti di card potranno fare rifornimento in 3.700 punti Ip presentando la loro carta e digitando il numero di litri richiesti, litri che verranno sottratti dal totale offerto dal premio Fiat e pagare in contanti i litri richiesti. Ogni giorno si potranno si potranno spendere al massimo duecento euro e per ogni autoveicolo sarà indicato un “valore in litri” diverso: più il veicolo presenta una grossa cilindrata e più saranno i litri offerti dalla casa automobilistica.

Secondo una stima ufficiale di Quattroruote, l’offerta di Fiat potrebbe non essere così vantaggiosa, soprattutto per chi non usa l’automobile con frequenza. Costoro, infatti, potrebbero rischiare di non utilizzare i chilometri messi a disposizione dall’azienda; un rischio che comunque potrebbe essere scongiurato utilizzando l’auto o scambiandola con un membro della famiglia costretto a viaggiare più spesso per lavoro o svago.

L’iniziativa ha comunuque dato vita a qualche polemica anche se, dobbiamo ammetterlo, non pensiamo che questo possa comportare rischi o problemi al consumatore che scelga di cambiare una vecchia automobile e poter risparmiare un po’ di denaro nei prossimi anni. Voi cosa ne pensate dell’offerta? Diteci la vostra opinione!

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>