Appuntamento in giardino, ingresso gratuito nei parchi e giardini italiani 

di Fabiana Commenta

Si chiama Appuntamento in giardino, ed è l’iniziativa, arrivata alla seconda edizione, promossa dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia: l’appuntamento è fissato nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 giugno 2019 e offre la possibilità di poter visitare la bellezza di 222, giardini e parchi, pubblici e privati, in tutta Italia.

Qui nel dettaglio sarà possibile poter scoprire tutti i giardini aderenti all’iniziativa per poter scoprire, dal Nord al Sud d’Italia tutta la bellezza di questi spazi, ma anche per rendersi conto di quando il lavoro, l’impegno quotidiano e le ingenti risorse economiche siano necessarie per mantenere inalterata la bellezza di questi spazi magnifici e preziosi . L’edizione 2019 dell’iniziativa Appuntamento in giardino proposta dall’associazione offre anche la  la possibilità di partecipare a incontri, eventi, testimonianze, letture.

La due giorni di giugno coinvolgerà tanti giardini e parchi, sia pubblici sia privati e l’associazione ricorda che nel 45% dei casi si tratta addirittura di aperture straordinarie e di giardini che generalmente non sono aperti al pubblico.

Fra i parchi e i giardini da non perdere, il  giardino d’estate di Caprarola in provincia di Viterbo, il Giardino segreto di Palazzo Reale di Genova, Villa D’Este a Tivoli, la Reggia di Caserta e i giardini delle Ville Medicee di Castello, Petraia, Pratolino e Cerreto Guidi. 

Anche le dimore storiche private offriranno l’accesso ai propri prestigiosi giardini che la maggior parte delle volte restano purtroppo inaccessibili ai più: ecco allora che le giornate diventano l’occasione per scoprire Villa Tiepolo Passi in Veneto, Villa Imperiale nelle Marche o la Villa Reale di Marlia in Lucchesia.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>