Energia elettrica: Emmepie, Eni ed Enel a confronto per cercare la tariffa più vantaggiosa

di Redazione 16

Il mercato dell’energia elettrica è stato liberalizzato ormai da diverso tempo. Vediamo spesso pubblicità dell’una o dell’altra società che ci offrono tariffe vantaggiose oppure energia prodotta da fonti rinnovabili. Cerchiamo di capire se c’è in effetti un’offerta migliore delle altre o se la concorrenza è davvero limitata. Prima però è necessario sottolineare un aspetto importante del costo dell’energia elettrica. Vedremo infatti offerte che prevedono il prezzo fisso per 2 anni o cose del genere, prezzo che si aggira intorno ai 10 centesimi per KW/h, cosa significa? Il prezzo dell’energia come lo troviamo in bolletta (ben lontano dai 10 cent per Kw/h) risulta dalla somma di tre parti: il corrispettivo per l’energia elettrica (e questo è l’ambito in cui intervengono le società), i corrispettivi aggiuntivi e le “perdite di rete”. Le ultime due voci di costo sono stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas e influiscono sul prezzo finale per almeno 6 centesimi, quindi non sono trascurabili.

Emmepie: la tariffa “Emmepie Sicura XL Famiglia” prevede un prezzo base di 9,6 cent/kWh bloccato per due anni

Enel E-Light: di questa tariffa abbiamo già parlato in un articolo. Il prezzo base è di 9,3 cent/kWh per chi aderisca prima del 30 settembre (fisso per due anni). Dal sito sembra che i 9,3 centesimi comprendano anche le perdite di rete.

Eni: anche Eni si offre come fornitore di energia elettrica. La tariffa “Prezzocerto” prevede un prezzo di 10,1 cent il primo anno che scende a 9,9 cent il secondo anno. E’ inoltre prevista l’opzione “1 ora gratis al giorno”. Se guardate sul sito potete notare il grafico che esprime il costo finale diviso nelle varie componenti di cui parlavamo ad inizio articolo. In questo caso sembra che i 5,1 centesimi per le perdite della rete siano da sommare.

Per fugare i dubbi sulla convenienza o meno di una delle tre tariffe guardiamo alle tabelle fornite in allegato che stimano la spesa in base ai Kw consumati e al tipo di cliente (privato, impresa, 3kW, 4,5kW). Guarderemo ad una famiglia con un contratto da 3 kw che consumi circa 3500 kW nel corso dell’anno:
Emmepie:  644€
Eni: 620 €
Enel: 632€

Sorgenia: l’offerta di questa società la mettiamo da parte perché dobbiamo dire che il sito non è chiaro. Sembra infatti che per i privati sia prevista l’offerta 11€ al mese tutto compreso, ma se confrontiamo questa offerta con le altre di cui abbiamo parlato sopra sembra troppo conveniente, sarà quindi opportuno chiedere maggiori informazioni ai rappresentanti dell’azienda stessa. Da sottolineare poi che molti clienti si sono lamentati per il servizio.

Tariffe Biorarie: infine è opportuno parlare delle tariffe biorarie. Sia Eni che Enel danno la possibilità di differenziare i prezzi tra la fascia pomeridiana (dalle 8:00 alle 19:00) e quella notturna. In questo caso però deve essere il cliente a valutare attentamente la convenienza o meno della cosa. Se infatti l’uso degli elettrodomestici è concentrato dopo cena (magari perché il pomeriggio la casa è vuota perché i familiari sono a lavoro)  può davvero essere conveniente.

Commenti (16)

  1. Sarebbe interessante un’articolo sulla nuova tariffa flat di sorgenia.
    Dovrebbe essere di 11€ al mese per ogni kw di potenza contrattuale ma solo fino ad 80kw al mese…poi diventano 15€

  2. …per me la migliore offerta attualmente sul mercato è quella di EDISON, propone il 20% di sconto sulla quota energia, che in bolletta si traduce in uno sconto del 10 / 11% circa.

  3. E un confronto sui fonitori di gas metano? Anche per me cmq edison casa..

  4. Da noi è arrivato un agente Emmepie dimostrandoci che pagavamo la bolletta Enel troppo cara e con loro avremo pagato la metà. Abbiamo sottoscritto il contratto con loro con un costo di 0,065 € al Kwh in realtà in fattura ci troviamo addirittura un prezzo di 0,0929 e un costo costante aggiuntivo mensile di € 188,00 per Costo di trasporto quindi una bolletta quasi doppia a quella dell’ENEL.
    Per noi quindi è una truffa

  5. anche eni con le tariffe luce e una …

  6. ciao è uscito un servizio nuovo che permette la comparazione delel offerte su http://www.sostariffe.it/energia-elettrica/

  7. ho avuto la bioraria per un anno e mezzo e per lo stesso periodo non ho mai visto una bolletta adesso sono tornato ad enel energia tariffa unica in attesa che mi arrivi la bolletta di due anni di corrente (nonostante i continui solleciti scritti ). la conclusione secondo me è che nessuno ci tutela e questo governo fa solo i fatti suoi e noi cittadini ci facciamo il mazzo per arrivare a fine mese .sono tutti uguali l’unica cosa che gli interessa è la poltrona sotto il sedere….ma ci vorrebbe la sedia elettrica!!!! il problema è…….quando usarla dopo le 19,00 o il sabato e la domenica????

  8. NON E NULLA LIBERALIZATO!
    PER STIPULARE UN CONTRATTO DI FORNITURA ELETTICA SEI OBLIGATO A STIPULARLO CON L’ENEL CHE POSSIEDE IL MONOPOLIO.
    NESSUNA SOCIETA’ CHE FORNISCE ENERGIA ELETTRICA STIPULERA’ UN CONTRATTO.

  9. @ daniele:il problema e’ che in questo pseudo paese libero.la liberta e delle grandi societa’ che erogano l’energia ,ora indispensabile per una vita dignitosa,faccendo il cazzo che vogliono. rubandoci dalle nostre tasche ormai vuote senza che nessuno intervenga in nostra difesa.secondo me, ciaucescu non e’ morto si trova a dirigere queste societa di furti legalizzaTI .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>