Grande successo per l’iniziativa “M’illumino di meno”

di pierfrancesco99 Commenta

Grande successo per l’iniziativa M’illumino di meno, della quale vi avevo parlato in questo post. Massiccia l’adesione alla campagna internazionale lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, solo in Italia stando alle stime della società Terna, che è responsabile della trasmissione dell’energia elettrica nazionale, alle 18, si è registrato un taglio di 400 megawatt di energia, pari al consumo di circa 7 milioni di lampadine.

Quindi l’obbiettivo della campagna anche per il 2008 è stato centrato appieno,con 100 megawatt risparmiati in più rispetto all’edizione 2007. Il buio è scesco anche sul Colosseo come in cima alla Tour Eiffel, sulla ruota panoramica del Prater di Vienna e nel Foreign Office di Londra, oltre al ministero dell’Ambiente di Dublino, al grattacielo Pirelli e al Duomo di Milano, a piazza San Marco a Venezia. Black out volontario anche per il Castello di Edimburgo, città gemellata dal ’94 con Kyoto, la patria del Protocollo salva-clima entrato in vigore il 16 febbraio 2005.


Luci spente anche per la storica collina di Likavettos, l’altura di Atene che supera in altezza l’Acropoli. A dare il patrocinio all’edizione 2008 il Parlamento europeo, la presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero dell’Ambiente. A girare gli interruttori oltre a Europarlamento e ministero anche 12 ambasciate a Roma, quelle di Austria, Bulgaria, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Irlanda, Portogallo, Svezia, Ungheria, Slovenia, Germania e Gran Bretagna. E nel Regno Unito fra i sostenitori dell’iniziativa c’è stato niente meno che il Principe Carlo d’Inghilterra.

In Italia “M’illumino di meno” ha coinvolto oltre 500 comuni, palazzi della politica nazionale (Camera e Senato, ma anche Palazzo Chigi e Quirinale), ministero dell’Ambiente, gli uffici dei Verdi e la sede nazionale del Pd, supermercati (70 Ipercoop), le 20 sedi del demanio, Mc Donald’s che propone una cena a lume di candela, tutte le sedi Ikea e il gruppo Coin. Tra gli altri hanno aderito anche l’Enea, l’agenzia Ansa e la Rai che ha spento il Cavallo in viale Mazzini a Roma e la grande torre della sede milanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>