Da aprile ancora più disagi per chi utilizza il treno

di pierfrancesco99 1

Già viaggiare in treno di per se è un avventura, considerando la sporcizia, i ritardi, i treni non molto comodi, ma per i pendolari che scelgono il treno come mezzo di trasporto si prevedono tempi molto bui. Infatti dal 31 marzo prossimo scadono i vari contratti di servizio tra regioni e Trenitalia, e stando alle associazioni dei consumatori, per i viaggiatori ci saranno disagi già a partire da aprile, con nuovi tagli dei treni e una qualità (un parolone per le ferrovie italiane) al ribasso.

In Italia, secondo uno studio del Censis, i pendolari che si muovono utilizzando il treno spendono circa un quarto (540 euro contro 2.265) di chi utilizza l’automobile, quindi tutti noi vorremo utilizzare il treno ma ciò non è possibile data la mancanza di una rete capillare e comunque se ci dovessimo basare, su quello che ci dicono chi lo utilizza regolarmente non lo useremmo comunque.


Infatti i poveri viaggiatori costretti ad utilizzare il treno lamentano la qualità dello stesso, l’affollamento, la scarsa pulizia, la puntualità quasi inesistente e una climatizzazione inadeguata che sopratutto per chi va a lavorare a Giugno – Luglio è una condizione necessaria, per non morire soffocato.

Trenitalia si vanta di avere tariffe basse, ed è vero gli va dato questo merito, ma provate ad utilizzare un treno in Austria, o nel Regno Unito, è davvero tutto un altro mondo. Parlo per esperienza personale, un treno locale scozzese per qualità equivale ad un Eurostar italiano.

Commenti (1)

  1. parlare di climatizzazione inadeguata è quasi una barzelletta a confronto con quella che è la realtà: sia in estate che in inverno succedono delle cose strane.
    In particolare, la temperatura, che dovrebbe essere tra i 18 ed i 24 gradi per avere un certo benessere, si attesta molto spesso su valori al di fuori di questo intervallo. Sia d’estate che d’inverno ci può essere l’aria condizionata a palla, per cui anche in piena estate, in quelle giornate che fuori del treno ci sono temperature africane, in treno è necessario avere una giacca per non morire di freddo… e d’inverno? chi diavolo è così sadico da accendere l’aria condizionata?
    … non parliamo poi della stufa, che se c’è è un po’ come essere in un forno crematorio… quello che però tutti i pendolari conoscono è il cattivo odore dei freni, che chissà perchè, immettono cattivo odore nelle vetture… a noi preoccupa tanto, perchè ci chiediamo se la cosa non possa essere dannoso per la nostra salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>