Ricette estive: il gazpacho andaluso

di Elide 3

Nelle calde giornate andaluse, non c’è niente di meglio di una zuppa salutare e possibilmente fredda per recuperare le energie. E visto che il caldo non affligge solo la Spagna, perché non assaggiare il gazpacho anche in Italia? Si tratta, per l’appunto, di una zuppa fredda di verdure crude, ideale per le giornate più calde: un piatto sano e rinfrescante.

Esistono tantissime versioni del gazpacho, si tratta di un piatto versatile e “personalizzabile” che va mangiato freddo, accompagnato da crostini di pane o addirittura, in alcuni casi, da cubetti di ghiaccio, che potrebbe rivelarsi anche una trovata originale da proporre come aperitivo.

Per preparare il gazpacho occorrono solamente 10 minuti, è un piatto davvero molto veloce, da realizzare con le verdure che si tengono solitamente in casa. Oggi vi proponiamo la ricetta “standard” ma, come già detto, esistono numerose versioni di questo piatto, che ognuno può arricchire a seconda dei gusti, rendendolo più o meno speziato, più o meno ricco di verdure.

Ingredienti:

1 cipolla

1 peperone

1 spicchio d’aglio

1/2 cetriolo

4 pomodori maturi

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di paprika

50 g di pane ammollato in acqua e strizzato

1 tazzina di olio

1/2 tazzina d’aceto

1/2 cucchiaino di pepe

Frullare tutti gli ingredienti insieme, fino ad ottenere una crema omogenea. Nel caso in cui la crema fosse troppo densa, basterà diluirla con un po’ d’acqua. Per chi  non volesse ritrovarsi i pezzettoni di verdura nella zuppa, basterà filtrarla, altrimenti si potrà servire tranquillamente, magari con degli accompagnamenti, come crostini di pane o verdure a pezzettini da inzuppare. Per chi lo preferisse, è possibile servire il gazpacho anche con dei cubetti di ghiaccio.

La ricetta è davvero molto economica ed in più è salutare, perché ricca di vitamine e sali. In base ai gusti, si può scegliere di rendere il piatto piccante aggiungendo del tabasco o del peperoncino o aggiungere dell’uovo sodo e del prosciutto tritati, per renderlo decisamente meno leggero. Nel caso in cui si decidesse di servire il gazpacho come aperitivo, è bene mantenerlo più liquido.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>