Detrazioni Irpef 19% per spese per interpreti e cani guida nel 2014

di Matteo Carriero Commenta

La prima scadenza per la presentazione del 730 2014 si avvicina: vediamo le detrazioni Irpef al 19% di cui si può beneficiare per le spese relative a interpreti per sordi e cani guida nel 2014 e dove vanno indicate nella dichiarazione dei redditi.

 Tra le tante detrazioni Irpef al 19% possibili nel 2014 abbiamo quelle relative alle spese per l’acquisto dei cani guida da parte di soggetti non vedenti. Tale agevolazione fiscale può essere calcolato sull’intero esborso per l’acquisto del cane, ma al massimo per un cane ogni quattro anni, eccezion fatta nel caso sfortunato in cui l’animale dovesse perdere la vita o smarrirsi. Si tratta di una detrazione Irpef che va suddivisa in quattro rate annuali ciascuna di pari importo e che va indicata nella dichiarazione dei redditi (per il modello 730 2014) nel quadro E e più specificamente nel rigo E5.

Abbiamo poi tra le detrazioni fiscali Irpef al 19 per cento valide nel 2014 quelle relative ai costi sostenuti per interpreti per sordi: il servizio di interpretariato può essere soggetto a detrazioni da indicare con il codice 30 nelle righe che vanno da E8 a E12, sempre nel quadro E del modello 730 dell’anno 2014. Riportiamo un’importante precisazione dell’Agenzia delle entrate al riguardo:

Si considerano sordi (in base alla legge 26 maggio 1970, n. 381) i minorati sensoriali dell’udito affetti da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la patologia non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da cause di guerra, di lavoro o di servizio (legge n.95 del 20 febbraio 2006.

Photo credits | 401 (K) 2012 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>