Misure anticrisi: arriva il bonus gas

di Redazione 1

Piu’ di una famiglia italiana su cinque (il 22,2% del totale) ha difficolta’ economiche di vario grado: non solo problemi nell’affrontare spese impreviste ma anche disponibilità di soldi per comprare cibo e vestiti o pagare l’affitto e le bollette. I dati emergono dall’ultimo rapporto annuale Istat (maggio 2009) sulla situazione del Paese. Il 22% delle famiglie italiane ha evidenti problemi, di queste il 6,3% non riesce ad arrivare a fine mese, mentre il 41,5% si può definire agiato.

Luigi Biggeri, presidente dell’Istat afferma:

Si tratta di un “focolaio di infezione” si è inserito in un più ampio contesto di fragilità del sistema finanziario, e soprattutto economico, del paese: anche se le condizioni affinchè esso potesse propagarsi rapidamente si sono gradualmente accumulate nel tempo.

Sono la Sicilia (20,1%) e la Calabria (17,1%) le regioni dove e’ maggiore la frequenza di questo gruppo. Quasi un milione di famiglie, pari a circa 2,5 milioni di persone, ha redditi provenienti esclusivamente da occupazioni a termine e/o collaborazioni, dove la possibilità di un contratto di lavoro a tempo indeterminato é quasi un miraggio.

Arrivano così gli aiuti per le famiglie. Dopo il bonus elettrico arriva il bonus gas a sostegno dei consumatori più bisognosi, come le famiglie in difficoltà per il basso reddito o la numerosità dei componenti. Il bonus sarà operativo da novembre. La misura, introdotta dal ministro dello Sviluppo e messa a punto dall’autorità per l’Energia, permetterà risparmi da 25 a 160 euro (per le famiglie composte da quattro persone).

Il bonus gas è un impegno mantenuto dal governo Berlusconi per sostenere il reddito delle famiglie disagiate e numerose – ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola -. Lo sconto medio sulla bolletta del gas è del 15% e la platea potenziale dei destinatari è di circa 3,5 milioni di famiglie. Il bonus gas permetterà a tante famiglie di guardare al futuro con maggiore serenità e di mantenere inalterati i loro consumi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>