Canone Rai, come chiedere l’esenzione

di Fabiana Commenta

Ancora pochi giorni a disposizione per poter chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai: c’è tempo fino al prossimo 31 gennaio per evitare di ritrovarsi addebitato il primo importo sulla bolletta di gennaio. 

Con l’introduzione del canone Rai sulla bolletta elettrica che viene suddiviso in 10 rate, da gennaio a ottobre di 9 euro ciascuna (18 euro a bimestre), l’addebito è automatico presumendo che ci sia la presenza di un televisore in concomitanza di un’utenza. 

Ma è possibile, se in possesso dei requisiti necessari, poter richiedere l’esenzione presentando l’apposito modulo con una dichiarazione sostitutiva direttamente all’Agenzia delle Entrate. 

In sostanza è necessario dichiarate che iin nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica, si trovi un apparecchio tv. 

Insomma: non paga il canone chi non possiede un televisore, ma l’esenzione può anche esser richiesta da altri soggetti. Il modello di esenzione potrà essere utilizzato anche da un erede per dichiarare che nell’abitazione in cui l’utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto, non è presente nessun apparecchio tv. 

Possono richiedere l’esenzione anche i cittadini che hanno compiuto 75 anni che abbiano un reddito annuo non superiore a 6.713 euro: in questo caso la richiesta di esenzione va acompagnata accompagnata da un documento di identità valido e compilata sull’apposito modello.

Vengono esentati dal pagamento del canone tv per via di convenzioni internazionali, anche gli agenti diplomatici, i funzionari o gli impiegati consolari, i funzionari di organizzazioni internazionali, i militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana che appartengano alle forze Nato di stanza in Italia. Ricordiamo che se l’intestatario dell’utenza elettrica residenziale non è il dichiarante, ma un componente della sua stessa famiglia anagrafica, è necessario inserire anche i dati anagrafici (nome, cognome e codice fiscale) del componente della famiglia anagrafica del dichiarante che sia intestatario dell’utenza elettrica residenziale. 

Il modello dovrà essere presentato direttamente dall’interessato con un documento di riconoscimento valido, via plico raccomandato senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>