Fiat Likes U, arriva il servizio car sharing gratuito per universitari

di Redazione 1

La Fiat lancia una grande iniziativa che coinvolge il mondo dei motori come quello dei giovani e dell’università: il nome dell’iniziativa è Fiat Likes U, e garantirà servizio di car sharing gratuito ai giovani universitari di 8 atenei italiani nelle città di Torino, Roma, Milano, Salerno, Parma, Cosenza, Pisa e Catania.

Fiat organizza un servizio di car sharing gratuito grazie alla collaborazione con i gestori di ICS (Iniziativa Car Sharing) delle città universitarie coinvolte nel progetto. Usufruire del servizio di car sharing proposto con l’iniziativa Fiat Likes U sarà molto semplice: basterà, per lo studente di turno, visitare il sito Fiat Likes U, prenotare la vettura scegliendo tra i due modelli messi a disposizione, ovvero tra una Panda e una 500L, e quindi recarsi presso l’apposita area dell’Università dove dovrà anche riconsegnarla entro gli orati stabiliti. Lo studente o la studentessa universitaria che usufruirà del servizio potrà usare la macchina Fiat a proprio piacimento per 24 ore infrasettimanali o per un week-end. Inoltre, nelle città  universitarie dove è attivo il servizio di car sharing “Io Guido”, le vetture del servizio Fiat Likes U possono anche entrare nelle zone a traffico limitato e parcheggiare senza obbligo di pagare la tariffa.

Come si evince dai comunicati ufficiali

Il servizio sarà disponibile dal 15 settembre al 15 dicembre presso il Politecnico di Torino e la LUISS Guido Carli University di Roma; dal 15 gennaio al 15 aprile 2013 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e l’Università di Salerno; dal 1° maggio al 31 luglio presso l’Università di Parma e l’Università di Cosenza; dal 15 settembre al 15 dicembre presso l’Università di Pisa e l’Università di Catania.

Senz’altro un’iniziativa interessantissima, questa di Fiat, che potrebbe far felici migliaia di studenti universitari. Non resta che sperare che tutto proceda speditamente e senza intoppi, affinché gli studenti di  Torino, Roma, Milano, Salerno, Parma, Cosenza, Pisa e Catania possano usufruire del servizio quanto prima.

Photo credits | Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>