Natale 2010, risparmiare sulla spesa del cenone

di Redazione 3

Anche quello 201o si prospetta come un Natale all’insegna del cenone. Per chi decide di restare in casa e vuole puntare sul risparmio facendo bella figura con gli invitati è bene che si sieda e prenda carta penna, annotando alcuni piccoli accorgimenti  che serviranno a non farci dilapidare lo stipendio! Innanzitutto, stilate una lista delle persone che avrete a cena, in modo da orientarvi sulla quantità di roba da acquistare. Decidete, poi, quali pietanze cucinare, per poi fare un bell’elenco di tutti gli ingredienti di cui avete necessità. Anche se il frigorifero “piange”, non fate acquisti esagerati convinti che sia meglio avere più roba del necessario, soprattutto se comperate alimenti al banco: dopo due giorni  hanno già perso molto del loro gusto. Stilare una lista della  spesa in modo dettagliato è importante, ma molto di più lo è rispettarla, per evitare di incorrere in acquisti inutili.

Molta attenzione va prestata alla quantità di roba che chiedete, perchè spesso capita che si superi il quantitativo chiesto, sorvolando come se non fosse successo nulla, invece no, non è così! Alcuni potrebbero vedere la cosa come un eccesso di pignoleria, ma alla fine della spesa vi renderete conto di aver risparmiato un bel po’ imparando a dire “no, lo tolga”. Da guardare con attenzione è la data di scadenza dei prodotti, ricordandovi che di norma quelli che scadono a breve sono riposti in avanti per essere visti prima. Riguardo la frutta, acquistate solo ed esclusivamente quella di stagione, perchè la frutta esotica costa molto di più. Passando al dolce, che siate amanti del panettone o pandoro, scegliete quello più semplice e non con farciture varie, che ne aumentano il prezzo ed il più delle volte ne diminuiscono il gusto.

Potrete sempre fare voi una bella crema pasticcera, se proprio non potete a farne a meno! Per il momento del brindisi, invece, non puntate a marche straniere perchè è più “chic”, ma acquistate un made in Italy senza ricercare la marca più costosa: esistono molti spumanti italiani a poco prezzo e di un gusto molto gradevole. Dove fare la nostra spesa? Molti sono i discount sparsi sul territorio nazionale dove sono presenti ottimi prodotti anche se poco conosciuti, permettendo un risparmio fino al 50%. Al mercato, farete affari fino al 35% rispetto ad un negozio tradizionale, mentre ipermercati e supermercati medi propongono offerte che permettono di risparmiare rispettivamente fino al 25 e al 15%.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>