Halloween o Festa dei morti? Nel dubbio, ecco la ricetta della frutta di martorana

di Salvina 2

Avete già deciso se festeggiare Halloween o la più tradizionale Festa dei morti?

Da siciliana verace io non posso propendere che per quest’ultima ricorrenza e, pur riconoscendo il valore e la bellezza della festività importata da oltreoceano, non riesco a reprimere un pizzico di nostalgia alla vista dei  bimbi festanti nei panni di streghe, maghi e vampiri o delle zucche illuminate esposte sui davanzali delle finestre.

Mi viene da pensare se tutto ciò non finirà per far morire la “mia festa”, quella della mia infanzia, quando la mattina del 2 novembre ci aspettava in soggiorno il tavolo imbandito di dolci tipici siciliani e giochi portati in dono dai nostri cari che ci avevano lasciati (almeno così ci facevano credere mamma e papà, che invece la sera prima si erano attardati a prepararlo).

Sul tavolo, fra le altre delizie, faceva bella mostra di sè anche la frutta di martorana (pasta reale) dolce tipico realizzato con farina di mandorle e zucchero il cui nome si deve alla Chiesa della Martorana a Palermo dove anticamente le monache lo preparavano in occasione della ricorrenza di Ognissanti.

In questi giorni l’avrete sicuramente vista troneggiare maestosa nelle vetrine delle pasticcerie, confezionata in ogni forma e dimensione e, per tornare a temi a noi più consueti, avrete senz’altro notato anche che il suo costo è piuttosto elevato.

Anche per questo motivo, forse vi farà piacere averne la ricetta. Potrete così gustare un pizzico di festa, senza spendere un patrimonio.

Vediamo come si fa:

Ingredienti

250 grammi di farina di mandorle

1 kg di zucchero

200 grammi di glucosio

coloranti alimentari

gomma arabica

Procedimento

Mescolate in una terrina farina di mandorle, zucchero e glucosio, quindi versate dentro a una pentola e fate scaldare a fiamma bassa. Mescolate per tutto il tempo e togliete dal fuoco senza far andare in ebollizione.

A questo punto versate su un ripiano resistente al calore e ben pulito e lasciate raffreddare. Non appena l’impasto sarà pronto prendetene un pezzo per volta e dategli la forma che desiderate (potrete aiutarvi anche con delle formine da biscotti). Quindi colorate e spennellatele con la gomma arabica sciolta in acqua per renderle lucide.

Un ultima cosa…nel dubbio perchè non festeggiate entrambe le ricorrenze!? Con i nostri consigli potrete farlo in economia.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>