Spiegato il caso della pasta Divella e del grano italiano bloccato in Russia

di Luca Fusi Commenta

Alcuni chiarimenti a proposito di un caso che tiene banco da tempo qui in Italia

Abbiamo alcuni chiarimenti importanti a proposito del caso della pasta Divella, visto che secondo alcune accuse arrivate dai social l’azienda in questi anni avrebbe risparmiato sulla produzione puntando tutto su grano non italiano. Al punto che la recente crisi che si è scatenata con la Russia avrebbe dato vita ad un disagio non di poco conto per questo marchio. Le cose non stanno così e, a quanto pare, ci sono diverse cose da chiarire in queste ore.

Pasta Divella

Analizziamo meglio la storia della pasta Divella e del grano italiano bloccato in Russia

Quali sono le notizie trapelate in queste ore a proposito del caso della pasta Divella e del grano italiano bloccato in Russia? Un chiarimento ci arriva direttamente dal fact checking italiano, che a conti fatti riporta la versione dell’azienda dopo che si è scatenato un vero e proprio caso negli ultimi giorni. Sostanzialmente, le difficoltà produttive riguardano altre categorie merceologiche e non quello della pasta. Sul tema, di recente, è intervenuto sui social anche Domenico Divella:

Divella macina ogni anno tonnellate di grano duro italiano. In questo caso si parla di grano tenero di cui il nostro paese è sprovvisto. Si tratta di grano tenero per panificazione e pasticceria. Grano che serve per la produzione di farina che utilizzano tutti i produttori di prodotti da forno grandi e piccoli. l’Ucraina produce il 40% del fabbisogno mondiale“.

Dunque, la storia è di facile lettura, visto che la pasta Divella non sta subendo alcuna conseguenza dal punto di vista della produzione, rispetto alla crisi diplomatica in Russia. L’azienda fa sapere di avere una linea di pasta integrale 100% grano italiano. In questo caso si parla di grano tenero per panificazione e pasticceria di cui l’Italia è sprovvista Ecco perché diventa importante riaprire un canale diretto con l’Ucraina, sperando che le parti possano raggiungere un’intesa nel più breve tempo possibile.

Al di là dei chiarimenti sul caso della pasta Divella e del grano italiano, in tanti si chiedono se la situazione che si è venuta a creare nel corso delle ultime settimane, possa in qualche modo condizionare produzione e distribuzione, al di là delle singole linee di prodotto. In questo senso, stanno arrivando alcune rassicurazioni per tutti: “Una situazione internazionale mai così ingarbugliata per le materie prime, gas etc sicuramente non aiuta, comunque sia le consegne dei nostri prodotti al momento sono garantite”. Resta il malinteso sul fatto che il marchio abbia risparmiato con la produzione della pasta Divella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>