Risparmiare? Affidarsi a imprese straniere anche per i servizi

di Redazione 1

In Italia c’è un fiorente mercato parallelo di servizi offerti da imprenditori stranieri. Negli ultimi cinque anni questo mercato è aumentato del 73,3% a livello nazionale. cosa ha permesso ciò? Sicuramente un denominatore comune a tutti noi: il risparmio.

Per un taglio di capelli da donna si spende in media il 57,2% in meno, per un massaggio il 46% in meno. A metterlo in evidenza è una ricerca della Camera di Commercio di Monza e Brianza. Cresce quindi il numero di parrucchieri (che corrispondono al 57% dei servizi offerti da imprenditori stranieri): un taglio da uomo costa il 48,6% in meno, quello da donna il 57,2%. Si diffondono anche i negozi di lavasecco, dove per far lavare una gonna si spende in media il 10,3% in meno.

Sta per finire l’epoca in cui solo i prodotti potevano essere importati, nelle nostre case la maggior parte degli oggetti sono ormai Made in China, Taiwan, India, ecc… I servizi erano difficili da importare perchè ci sarebbe stato un dispendio troppo elevato nei costi di trasporto: per tagliare i capelli a pochi euro si doveva andare in Cina? Sicuramente no. Se la montagna non va da Maometto allora egli va dalla montagna: gli stranieri si spostano in Italia e vendono i servizi a minor prezzo degli italiani. Un vantaggio per noi? Sicuramente per noi piccoli consumatori il vantaggio esiste, ma a livello nazionale? Ne risentiranno le imprese italiane in termini di concorrenza spietata? E quali saranno le conseguenze sull’occupazione? Vale la pena acquistare qualcosa a minor prezzo e poi in futuro non poterla più comprare perchè manca il lavoro e quindi il denaro?

Commenti (1)

  1. Confermo che dai parrucchieri cinesi si risparmia moltissimo! Sono andata in un loro negozio e per shampoo+taglio+piega mi hanno chiesto solo 10 euro! E il servizio non aveva nulla da invidiare alla solita parruchiera che per la solita prestazione mi chiede dai 30 ai 50 euro….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>