Risparmi su bollette di luce e gas: bonus per gli errori

di Redazione 1

Sembra quasi incredibile invece è realtà: si risparmierà sulle bollette. I presupposti ci sono tutti: riduzione prezzo petrolio, normative e liberalizzazione.

Queste le affermazioni del presidente dell’Authority per l’energia Alessandro Ortis a “Domenica In politica”:

Prevediamo una riduzione significativa e progressiva delle bollette nel 2009 dovuta a due fattori. Il primo, molto importante, è l’andamento del prezzo del petrolio da cui dipendono le nostre bollette. Il prezzo del petrolio da luglio è infatti sceso a 1/3 in euro. Il secondo fattore sono le normative, le iniziative legislative e ultimo anche il decreto legge che prevede evoluzioni verso la liberalizzazione e la concorrenza e anche l’estensione e il rafforzamento del bonus sociale per l’energia.


Manca però all’elenco una soluzione ad un penoso problema: gli sbagli che sicuramente non pochi di voi hanno ravvisato nelle bollette. Pronta anche in questo caso la risposta di Ortis:

Se sono errori contro le norme e delibere che emettiamo sono anche sanzionabili. Contro il proliferare di questi errori abbiamo introdotto dal 1 gennaio un rimborso automatico di 20 euro per chi avesse fatturazioni improprie doppie e cose di questo tipo. C’è anche la possibilità di fare reclami, la risposta deve essere data entro 40 giorni e se passano senza risposta sono 20 euro di indennizzo automatico.

Secondo il Presidente si tratta di un aiuto abbastanza significativo, precisa inoltre che il bonus sulle tariffe elettriche arriva fino al 20% sulla bolletta e quello del gas fino al 15%.

Un risparmio quello atteso l’anno prossimo sul fronte dell’energia che dovrebbe avere anche ricadute positive sull’intera economia per l’effetto della riduzione delle materie prime che si trasferisce sui prezzi alla produzione, all’ingrosso, al trasporto e distribuzione fino ad arrivare ai prezzi finali al dettaglio.

Un esempio? Recenti stime di Coldiretti prevedono una riduzione dei prezzi degli alimentari sui quali la voce energia incide fino al 30% nel caso di prodotti come la frutta e la verdura.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>