L’ineguagliabile focaccia pugliese: come risparmiare preparandola in casa

di Redazione 1

Se vi recate in Puglia, andando in giro per le piazze sarà impossibile non vedere qualcuno che la addenta gustosamente: stiamo parlando della focaccia. Questo sapore fa parte del background gastronomico di tutti coloro che son nati in Puglia. La si puo’ mangiare anche fredda, ma calda bollente, appena sfornata, e’ davvero imperdibile. Semplice è ottima, ma si possono usare mortadella, prosciutto, mozzarella, tuttavia noi preferiamo quella con soltanto pomodorini ciliegino e origano.

Ingredienti:
– 500 g di farina
– 25 g di lievito di birra
– una decina di pomodorini ciliegino
– origano
– 1 cucchiaio di olio
– 200 g di patate
– sale

Preparazione

Lavare, sbucciare e tagliare le patate a tocchetti. Lessarle in acqua salata e, una volta cotte, schiacciarle con il passapatate o con una forchetta. Unite le patate schiacciate alla farina, al lievito sciolto in un bicchiere d’acqua, l’olio d’oliva e il sale. Lavorare l’impasto fin quando npon diviene una pasta liscia e lasciare lievitare per circa 1 ora ed anche più. Quando l’impasto sarà ricresciuto, disporre in una teglia cosparsa d’olio, dividere i pomodorini a metà e adagiarli sull’impasto, cospargere di origano e metterla in forno già caldo e cuocerla per circa 15 minuti a 200°. A fine cottura la focaccia deve risultare molto dorata ed alta circa sei/sette cm. Non abbattetevi se non vi riesce la prima volta…insistete perché ne vale la pena!

Se vi avanza un pò di focaccia potrete usarla al posto del pane per le nostre ricette relative agli avanzi di pane, il risultato sarà ancora più gustoso.

Commenti (1)

  1. Ci manca l’acquaaaaaaaaaaaaa!!!!!
    Per mezzo kg di farina un bicchiere è decisamente scarso.. per l’impasto descritto 300ml abbondanti (incluso il bicchiere in cui sciogliere il lievito) sono perfetti, la massa sarà molto appiccicosa ma il risultato è assicurato.. basta lavorarlo con le mani sempre unte generosamente di olio, ne verrà fuori un pezzo d’autore!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>