Come risparmiare acqua e ridurre la bolletta

di Redazione 4

Risparmiare acqua

L’acqua sarà il petrolio del futuro, almeno a quanto dicono gli esperti. La crescente domanda da parte dei paesi più poveri ed il suo progressivo scarseggiare nel mondo farà sì che il costo dell’acqua salirà vertiginosamente nei prossimi anni; se aggiungiamo poi che il popolo italiano è uno dei più spreconi al mondo, ben 250 litri pro capite al giorno, allora forse è veramente giunto il momento di iniziare una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini, i quali oltretutto, seguendo dei piccoli accorgimenti, potranno risparmiare in un anno diverse centinaia di euro.

Ad esempio, lo sapevate che oltre il 30% dei consumi idrici domestici sono imputabili allo sciacquone? Ogni volta che si preme il pulsante si sprecano circa 10 litri di acqua, spesso per un pezzettino di carta. E’ utile dotare lo sciacquone di moderni sistemi di scarico che a seconda della pressione erogano quantità diverse di acqua a seconda dell’esigenza. In questo modo si può risparmiare fino al 50%, che equivale a circa 26.000 litri annui.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i più importanti accorgimenti da prendere per evitare lo spreco d’acqua e risparmiare soldi:

  • L’uso dei miscelatori d’aria nei rubinetti e nelle docce riduce il consumo d’acqua senza modificare le proprie abitudini. Si tratta di una piccola aggiunta al proprio rubinetto in grado di miscelare l’acqua in uscita con l’aria. Chi usa il getto d’acqua non percepisce alcuna differenza ma il consumo complessivo d’acqua è inferiore. Si arriva a risparmiare circa il 40% dell’acqua utilizzata.
  • Per lo sciacquone, oltre al metodo sopra descritto, esiste un trucco per ridurre la portata d’acqua dello scarico: basta porre all’interno una bottiglia di plastica da un litro piena d’acqua e chiusa. Il risultato sarà immediato. Con questo accorgimento il consumo d’acqua diminuirà del 10%, offrendo sempre lo stesso servizio.
  • Assicurarsi della perfetta tenuta dei rubinetti: basta una perdita di una goccia d’acqua calda al secondo per provocare una fuga di 1000 litri di acqua al mese corrispondenti al consumo di acqua necessario per fare più di dieci docce.
  • Fare la doccia invece del bagno nella vasca: per riempire una vasca occorrono circa 100 litri d’acqua mentre per una doccia il consumo d’acqua è pari circa alla metà. Nel fare la doccia può essere poi una buona abitudine quella di chiudere i rubinetti mentre ci si insapona o si fa lo shampoo.
  • Tenere aperto il rubinetto mentre una persona si rade, si lava i denti o mentre si guarda allo specchio è causa di un notevole spreco. Un rubinetto aperto scarica tra i 10 ed i 20 litri al minuto. Lasciandolo aperto si sprecano dai 30 ai 60 litri a volta. In un anno una famiglia di 3 persona arriva a risparmiare fino a 7.500 litri di acqua potabile.
  • Lavarsi le mani in modo ecologico: anche per lavarsi le mani è inutile che il getto d’acqua sia sempre aperto. E’ sufficiente aprirlo una prima volta per bagnare le mani ed il sapone e poi richiuderlo. Dopo aver insaponato le mani, riaprire il getto d’acqua solo per risciacquare le mani.
  • Usare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico. Si usa la stessa acqua che con carichi ridotti, ma alla fine si fanno meno lavaggi. Con questo piccolo accorgimento una famiglia di 3 persone può risparmiare fino a 8000 litri di acqua in un anno. Un ciclo di lavaggio a 30° richiede circa 80 litri di acqua, a 90° ne serve quasi il doppio.
  • Se si fa scorrere l’acqua in attesa che arrivi quella calda, anzichè sprecarla raccoglierla in un secchio per altri usi.
  • L’acqua in cui sono state lavate le verdure può essere usata per annaffiare l’orto o i fiori.

Grazie a questi semplici consigli, la vostra bolletta idrica subirà una notevole riduzione e contribuirete attivamente a combattere lo spreco d’acqua nel mondo.

Commenti (4)

  1. riasparmiare acqua per lavare l’auto e non solo e per le pulizie domestiche vetri specchi piastrele porte finestre, qua si parla di risparmio di acqua date uno sguardo
    http://www.lavautosenzacqua.com ho provato e devo dire che rispetta pienamente quanto detto

  2. Nel mio doppio servizio dove vi sono una lavatrice, lavabo e wc, riesco a raccogliere quasi tutta l’acqua che esce dalla lavatrice durante i lavaggi, per riutillizzare per lo sciacquone del wc. Il wc è quindi sciacquato al bisogno con l’acqua e detersivo della lavatrice! Immaginate quanti centinaia di litri d’acqua che ho risparmiato in questi ultimi 10 anni da quando ho iniziato quest’abitudine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>