Canone Rai, il nuovo aumento e la scadenza per il pagamento

di Redazione 1

Il canone Rai ha subito un nuovo aumento salendo al prezzo di 113,50 euro, 1,5 in più rispetto all’anno precedente. C’era da aspettarselo, dato che è ormai dal 2009 che anno per anno il canone si fa un po’ più caro. La prima scadenza per il pagamento dello stesso è fissata per il 31 gennaio 2012.

Dal 2009 il canone Rai aumenta annualmente e poteva forse fare eccezione la corrente annata, caratterizzata da rincari anche pesanti di ogni genere? Naturalmente no: il canone Rai è quindi ufficialmente aumentato di 1,5 euro, seguendo il tasso di inflazione reale e salendo alla cifra complessiva di 113,5 euro, 7,50 euro in più rispetto a 5 anni fa. L’associazione di telespettatori Aiart non ha mancato di definire l’aumento ingiustificato in relazione alla qualità “modesta” dell’offerta.

Insomma aumenti piccoli ma senz’altro costanti. La prima data di scadenza per il pagamento dello stesso è fissata per il prossimo 31 gennaio. Come al solito i pagamenti potranno essere anche rateizzati in due tranche semestrali da 57,92 euro ciascuna (31 gennaio la prima, 31 luglio la seconda) oppure in quattro tranche trimestrali, da pagare rispettivamente non più tardi del 31 gennaio, del 30 aprile, del 31 luglio e del 31 ottobre dell’anno prossimo, con importo di ogni pagamento pari a 30,16 euro. Fermo restando la possibilità di pagare 113,50 euro, l’importo complessivo, in unica soluzione. Ovviamente a tutti gli importi qui riportati sono da aggiungere le spese e le commissioni relative alle operazioni di versamento della somma (come il classico pagamento tramite il bollettino postale di c/c 3103).

Ricordiamo che alcune categorie di persone, soprattutto i cittadini con età pari o superiore a 75 anni e coloro che hanno un reddito particolarmente esiguo, possono chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai. Per coloro che potrebbero rientrare nella categoria o che conoscono persone che potrebbero rientrarvi consigliamo di leggere attentamente le condizioni necessarie per l’esenzione.

Photo Credits | jerine su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>