Prezzo della benzina in salita, come risparmiare

di Laura Commenta

Con l’avvento delle vacanze purtroppo il prezzo della benzina aumenta. La consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, ci indica i seguenti aumenti: per Q8 si è registrato un aumento di 1 centesimo al litro su benzina e gasolio, con la benzina a 1,600 euro/litro e il gasolio a 1,476 euro/litro (media nazionale). Si tratta di piccoli rialzi in realtà ma che se costanti e repentino sappiamo benissimo che possono iniziare a diventare pesanti per tutti i consumatori.

Passiamo a TotalErg: il rialzo è di 1,1 centesimi sulla verde che raggiunge 1,599 euro/litro e di 0,6 centesimi sul gasolio che tocca 1,475 euro/litro. Se invece pensiamo alla media, è in aumento di 0,3 centesimi la media ponderata nazionale della benzina tra i diversi marchi (1,587 euro/litro), aumenta di 0,2 centesimi la media del gasolio (1,470 euro/litro).

L’estate che sta per iniziare – sottolinea il deputato e capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta – sarà da dimenticare per milioni di italiani vittime dei vertiginosi aumenti sulla benzina, della stangata sul prezzo dei traghetti e dei collegamenti con le isole. Il Governo ha il dovere di non stare a guardare mentre si abbatte la mannaia del caro vacanze sui bilanci delle famiglie italiane, alla vigilia della partenza per l’estate di milioni di famiglie. Non è responsabile consentire, o peggio favorire come nel caso della benzina il cui costo è aumentato a causa dei 6 centesimi di euro aggiuntivi di accise, politiche dei prezzi assolutamente fuori controllo in una situazione di assoluta mancanza di Autoritá indipendenti che potrebbero vigilare nell’interesse dei cittadini.

In attesa di qualche intervento sul prezzo, ecco alcuni consigli per risparmiare carburante: tenere chiusi i finestrini dell’auto quando siamo in autostrada (le correnti addizionali fanno aumentare la resistenza all’avanzamento dell’automobile); mantenere uno stile di guida fluido e regolare, senza manovre/cambi discontinui. Quando siamo in discesa usiamo l’inerzia dell’auto: manteniamo la marcia ingranata e alziamo il piede dall’acceleratore (in questo modo non arriva carburante al motore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>