Cani abbandonati, 500 euro per chi li adotta in Sicilia

di Malvi Commenta

Il comune di San Giovanni La Punta, in Sicilia, dà 500 euro a coloro che adottano un cane abbandonato.

Il comune di San Giovanni La Punta, in Sicilia, ha pensato di risolvere il problema dei tantissimi cani che ogni vengono abbandonati con un incentivo da dare alla famiglie che daranno a questi cuccioli una nuova casa. 500 euro per chi adotta cani abbandonati, 400 euro all’anno per tutti gli anni successivi, una spesa utile, secondo le stime fatte, per prendersi cura del cucciolo in modo efficace.

Una iniziativa che, secondo chi l’ha promossa, dovrebbe risolvere il problema dell‘abbandono dei cani invogliando le famiglie ad adottare un amico a quattro zampe, sicuro di avere un incentivo tutto sommato non irrisorio (500 euro tutto sommato non sono pochi) per le cure da dare al cane abbandonato. Il Comune ci guadagna, perché la convenzione con un canile privato costa 7 euro al giorno e a fine anno rappresenta sicuramente una spesa più ingente delle 500 euro promesse alla eventuale famiglia che adotta e nel frattempo i canali non si riempiono all’inverosimile.

MEDICINE PER ANIMALI TROPPO CARE: SIETE D’ACCORDO?

Ma a fronte di una iniziativa che di fondo appare davvero lodevole, c’è già chi ha avanzato i primi dubbi: potrebbero infatti esserci famiglie che, per accaparrarsi 500 euro, potrebbero adottare un cane abbandonato senza tuttavia essere davvero interessati a prendersi cura di lui. Ecco perché una iniziativa del genere deve essere supportata da adeguati controlli capaci di smascherare tutti coloro che vorrebbero approfittarsi della situazione solo per fare bottino e non per rendersi protagonisti di una bella azione.

BANCO ALIMENTARE PER CANI E GATTI, COME RISPARMIARE CON GLI ANIMALI

E voi cosa pensate di questa lodelevole iniziativa?

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>