Roma, swap shop per risparmiare nella Capitale

di Angela Gennaro 6

swap

Swap shop: una nuova moda, necessaria e divertente in tempi di crisi. Swap shop per risparmiare. In Italia sta prendendo sempre più piede come trend: è il negozio dello scambio. Una novità, destinata ad avere sempre più successo. Un negozio, camerini per cambiarsi, si investe sul design e sull’immagine offerta agli astanti.

I vestiti in vendita vengono accuratamente lavati, sterilizzati e stirati. Qui, in vendita, ci sono abiti usati sì, ma rigosamente poco usati. Molto trendy, ma anche e soprattutto conveniente.

L’idea viene dagli Stati Uniti, ma anche da Australia e UK. Esistono, naturalmente, anche dei siti per il baratto: gestiti e frequentati da privati. In Italia il primo negozio swap si chiama Barattiamo?, ed è a Roma dalle parti di piazza Vescovio. L’indirizzo? via di Tor Fiorenza 15, tel. 06-64811278.

Una vera e propria boutique, per tutti i clienti, soprattutto le donne, che hanno voglia e bisogno di dare una ventata di novità al proprio guardaroba senza spendere una fortuna. Uno swap-shop, insomma, mutuato dall’estero e assolutamente italianizzato. Barattiamo? ha un ottimo riscontro, e potrebbe aprirsi ad un franchising. Nel frattempo l’idea è quella di aprire altri punti vendita, forse ai Parioli.

Uno swap shop funziona in questo modo: una cliente arriva in negozio con tutto quello che vorrebbe scambiare: vestiti e accessori. Lo staff, dopo una certa analisi, assegna a ogni capo portato un livello che va da 1 a 5.  Un modo per catalogare l’oggetto come medio, alto, altissimo. Non deve trattasri necessariamente di capi griffati, basta che siano di buona qualità. Barattiamo? non prende necessariamente tutto quello che voi porterete.

In base a quello che si porta sarà possibile scegliere tra capi della medesima categoria degli oggetti che il cliente ha potato. Un baratto insomma. C’è un minimo costo di servizio, dato che ogni vestito o accessorio viene portato in tintoria e sterilizzato: dai 13 ai 20 euro.

Commenti (6)

  1. vorrei attivare questo progetto a RIMINI chi mi segue??

  2. Venerdi 30 Ottobre 2009 torna a grande richiesta l’appuntamento di Suit of The city Show, shopping a costo zero con il baratto-moda, musica e comicità.

    Musica, divertimento e … shopping in un unico evento? E’ questa la sfida che Ida Galati e Marco Reale, gli ideatori del Suit of the City Show, si sono posti.

    Suit of the City Show trae spunto da un fenomeno ormai molto diffuso oltreoceano: lo swapping. Ai più non dirà nulla, ma è l’ultima moda nata a Manhattan ed esportata con successo in tutto il mondo.

    ‘Swapping’ vuol dire letteralmente scambiare: lo scambio è abbinato alla moda e al desiderio di essere sempre diversa e chic. E allora lo swapping diventa un modo per risparmiare sull’abbigliamento, semplicemente scambiandolo!

    Chi non ha per casa un vestito indossato una sola volta o un accessorio mai messo? Lo Swap Party offre a tutti la possibilità di cedere quel capo e scambiarlo, perché per un’altra persona potrebbe essere il vestito giusto, l’accessorio che mancava. Come si fa? Semplice: ognuno porta quello che non usa più o che non ha mai usato e, appena si vede qualcosa di interessante, si propone lo scambio; il caro vecchio baratto, insomma.

    Ma Swapping, con Suit of the City Show, vuol dire anche musica e divertimento.

    Infatti, in un’atmosfera chic e curata, in perfetto stile New Yorkese, la cornice dell’evento sarà composta da musica live, momenti di comicità e tante altre sorprese.

    Le regole per partecipare sono semplici: dalle 22:30 in poi si distribuiscono i numeri per partecipare all’asta/baratto presentando i capi che si intende swappare (si raccomanda la cura e il gusto nella scelta, ovviamente nessuno vorrebbe ricevere abiti ridotti male o fuori moda!). Ciascuna delle partecipanti presenterà un capo e il pubblico interessato si farà avanti proponendo qualcosa di proprio. Naturalmente lo scambio avviene solo quando entrambe le parti sono soddisfatte di ciò che stanno barattando.

    Per tutte le partecipanti è richiesta una quota di 15€ che comprende naturalmente consumazione e aperitivo salato e qualche altra sorpresa light e non!!
    E gli uomini?? Che fine fanno? Per i più temerari, solo per quelli che hanno il coraggio di osservare l’aria divertita, sognante e – perché no – anche agguerrita…una grande sorpresa: per loro l’ingresso è gratuito!! Solo se accompagnati da una donna!

    Suit of the City Show si terrà:

    venerdi 30 ottobre 2009, ore 22:30, presso il Tina Pika, via Fonteiana n. 57 (zona Gianicolense) Musica, divertimento e shopping: Suit of the City Show, il primo grande evento della stagione autunnale romana.

    Per info e contatti:

    telefono: 329.74.46.798

    e-mail: [email protected]

  3. sarei molto interessata ad aprire uno swap shop a firenze….
    chi mi aiuta?

  4. @ stefania:
    ciao leggevo il tuo annuncio …sei riuscita ad aprire xche’ sarei interessata anche io sai come si fa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>