Risparmiare sulla bolletta, il dispositivo che controlla il consumo di acqua

di Redazione Commenta

Un dispositivo utile a stimare i nostri consumi di acqua, tenerne traccia e paragonarli a quelli delle altre abitazioni per aiutarci a riflettere, a porci delle domande e a risparmiare sul consumo dell’acqua e sulla sua bolletta. Quelle che vi abbiamo appena citato non sono supposizioni utopiche ma le funzioni di un dispositivo che potrebbe presto fare la fortuna di tutti noi.

Un giovane ricercatore della Northwestern University, Anthony Jakubiak, ha realizzato un dispositivo che potrebbe dare una svolta al nostro consumo quotidiano di acqua. Lo strumento, installato nelle abitazioni, permette di monitorare il consumo giornaliero delle risorse idriche e di realizzare un grafico utile al consumatore che riconoscerà il proprio consumo nel corso del mese stimato e di correre subito ai ripari cambiando il proprio stile di vita. Oltre alle funzioni citate, il dispositivo riconoscerà i consumi delle abitazioni dello stesso palazzo o della stessa area geografica dando così modo al consumatore di poter riflettere sui propri consumi ed essere più attento (e anche oculato nella spesa!).

Il dispositivo, presto in produzione negli Usa, potrebbe fare comodo anche a noi italiani: molto spesso, infatti, non siamo al corrente dell’uso improprio che facciamo delle risorse idriche di cui disponiamo ogni giorno per 24 ore.

In attesa che questo dispositivo arrivi anche nel nostro Paese è importante mettere subito in pratica piccoli ma importanti, e subito attuabili, consigli per risparmiare acqua: riempite una ciotola d’acqua e sciacquate, ad acqua ferma, frutta e verdura per non utilizzare fiumi e fiumi di acqua corrente, accendete lavastoviglie e lavatrice solo a carico pieno acquistando e utilizzando, se possibile, gli elettrodomestici a risparmio energetico, sfruttare i regolatori di flusso nei rubinetti della cucina per limitare le perdite e, perché no, lavare i piatti con l’acqua di cottura della pasta, un detersivo naturale dall’effetto sgrassante!

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>