Come risparmiare acqua nell’orto

di Redazione 2

Vi proponiamo oggi alcuni semplici consigli su come risparmiare acqua nell’orto. Dalla pacciamatura costo zero al contrasto alle erbe infestanti, senza naturalmente dimenticare lo sfruttamento dell’acqua piovana.

Per risparmiare acqua nell’orto si possono mettere in atto diverse strategie e accortezze. Anzitutto si può ricorrere all’antichissimo e sempre impagabile metodo della pacciamatura: la pacciamatura evita che il sole picchi direttamente sul terreno mantenendolo umido più a lungo, e può essere recuperata con qualsiasi tipo di materiale vegetale: rametti, aghi di pino, foglie depositate sotto gli alberi, e molto altro ancora.

Occorre poi ricordare che le erbe infestanti sono in grado di assorbire non poca dell’acqua riversata nel terreno per le proprie piante. Per risparmiare acqua è quindi sempre importante un accorto lavoro di estirpazione delle erbacce. Va da sé che un altro ottimo modo per risparmiare acqua nell’orto è quello di raccogliere quella piovana. Per fare ciò si possono predisporre dei contenitori di buona capienza, posizionando il più grande in assoluto magari già nell’orto, prossimo alle piante da innaffiare, in modo che una volta riempito d’acqua piovana quest’ultima possa essere utilizzata subito e con la massima comodità.

Inoltre per risparmiare acqua occorre sempre controllare il livello di umidità del terreno per capire se è davvero giunto il momento di innaffiare di nuovo. L’eccessivo innaffiamento è un classico tra i meno esperti e oltre che comportare un inutile spreco di acqua può avere anche conseguenze negative sulle piante. Ricordiamo poi che se si vuole risparmiare acqua si può anche optare, prima della semina, per piante ben adatte alla siccità e che richiedano, quindi, meno innaffiature. E chiudiamo sottolineando come la lavorazione del terreno sia importante anche per salvare acqua: un terreno ben lavorato permette alle piante di ramificare le radici per il meglio e quindi di sfruttare tutta l’acqua da noi riversata nell’orto.

Photo credits | Monica Arellano su Flickr

Commenti (2)

  1. LOW COST non è solo IL RISPARMIO UTILE DELL’ACQUA DELL’ORTO, ma anche salute (quando si sta ancora meglio)per massimizzare il proprio benessere personale low cost usufruendo di elementi naturali (aria, sole, luce, luna, terra)secondo prescrizioni salutistiche e naturopatiche e esercitando stili di vita secondo consigli pratici della psicologia popolare. Tutto sul recente (ora in seconda edizione)IL MANUALE PRATICO DEL BENESSERE (Ipertesto Editore), Una Guida completa per l’auto aiuto patrocinata in Italia da Club UNESCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>