Vaccinazione gratuita per il Papilloma virus

di pierfrancesco99 12

Un avviso a tutte le nostre lettrici madri, è partita la campagna di vaccinazione gratuita contro il Papilloma virus (HPV), il responsabile del cancro della cervice uterina. Il vaccino verrà offerto a circa 300 mila bambine nate nel 1997, l’obbiettivo del Ministero della Salute è quello di giungere ad una forte riduzione di questa malattia nelle prossime generazioni. Sarebbe una vittoria senza precedenti nella guerra contro uno dei più terribili nemici delle donne. Inoltre va detto che l’Italia è il primo paese europeo a proporre una campagna di vaccinazione gratuita contro questo virus.

I vaccini attualmente disponibili sono due: il primo è il Gardasil, dal costo di 171 euro) l’altro si chiama Cervarix e costa 156 euro. I vaccini saranno somministrati gratuitamente dalle ASL a tutte le bambine tra gli undici e i dodici anni, inizialmente con una dose intramuscolare ed in seguito con due richiami entro sei mesi dalla prima iniezione. Il vaccino è inoltre disponibile a pagamento in farmacia, previa prescrizione del medico, ed è destinato alle donne che non hanno contratto l’infezione da HPV.


Per questo, raccomanda il Ministero della Salute, prima di ricorrere alla vaccinazione è importante fare un pap test per essere sicuri di non avere già contratto l’infezione. Inoltre ricordo che il vaccino affianca ma non sostituisce lo screening periodico della cervice uterina, attualmente raccomandato per le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni, perché protegge dalle lesioni causate solo da alcuni genotipi di HPV”. Per tutti gli altri è necessario dunque il pap test. Questo il calendario della campagna:

  • Entro il mese di marzo 2008:
    Abruzzo
    Basilicata
    Valle D’Aosta
    Calabria
    Campania
    Emilia Romagna
    Lazio
    Liguria
    Lombardia
    Molise
    Piemonte
    Puglia
    Sardegna
    Sicilia
    Toscana
    Veneto
  • Entro il mese di aprile:
    Umbria
    Bolzano
  • Entro il mese di maggio:
    P.A.Trento
  • Entro il mese di giugno:
    Friuli VeneziaGgiulia
    Marche

Commenti (12)

  1. tutta questa pubblicità è solamente una presa in giro!!!!!!
    mia figlia ha compiuto 12 anni, ho telefonato al consultorio per chiedere appuntamento per fare questo vaccino e sapete cosa mi hanno risposto?
    “non abbiamo nessuna disposizione per fare questo vaccino, se vuole farlo se lo deve comprare!” (consultorio di Civita Castellana prov di Viterbo)
    allora dove sta la verità?
    è veramente gratuito a 12 anni?
    dove si fa questo vaccino?
    nessuno (neanche il pediatra) sa darmi una risposta!

  2. Allora qui trovi il comunicato ufficiale del ministero della salute
    http://www.ministerosalute.it/speciali/piSpecialiNuova.jsp?id=75

    Inoltre mi è capitato di vedere anche il video pubblicitario che è stato lanciato in questi giorni, devi rivolgerti alla ASL, considera che il vaccino parte a marzo (anche se il calendario varia da regione a regione) per il Lazio. Prova a ricontattare l’ASL nella prossima settimana e vedi cosa ti dicono. Facci sapere.

  3. i dati riportati dall’autore del blog sono veritieri. mi occupo da tempo di questa nuova vaccinazione, quello che posso dire alla mamma di Viterbo che non tutte le regioni hanno già avviato una campagna (come descritto in alto). il mio personale consiglio è di rivolgersi all’Ufficio d’igiene, poichè i consultori (benchè validissimi nella prevenzione secondaria del cancro dell’utero e delle altre malattie – condilomi) non sono parte attiva nella campagna di vaccinazione e quindi è più facile che diano ‘picche’.
    quindi contatti l’ufficio d’igiene della sua ASL entro breve le verrà offerta.
    La prossima volta che qualcuno le dovesse dire che sua figlia nata nel 1997 si deve comrare il vaccino in farmacia.. la denunci, perchè dice una falsità.

  4. Per quel che mi riguarda è una truffa colossale. Sono della Provincia di Roma nord e nella mia ASL, più volte interpellata, (direttamente o tramite il medico di famiglia), ancora non si sa nulla di preciso: le risposte sono sempre vaghe e questo da circa un anno. E’ stato paerto un ennesimo punto di vaccinazione presso l’ospedale Villa S.Pietro (Roma) ma si vaccina “solo” a pagamento: ma perchè? Non si stava organizzando una vaccinazione gratuita per le adolescenti fino a 12 anni? Credo che anche questa volta si voglia speculare sulle paure mediche che prima ci inculcano sapientemente (vedi viaria). Il pericolo certo esiste ma allora non facessero promesse vane. Dicessero chiaramente che è “soltanto a pagamento”.

  5. Guarda Valter quella che ho riportato è una nota ministerialenon indiscrezioi, ergo è una cosa ufficiale. Se si rifiutano di fare il vaccino bisognerebbe denunciare tutto perchè è ovvio che c’è qualcosa che no va…

  6. Mia figlia è nata nel marzo 1994, non mi sembra giusto che non possa fare la vaccinazione gratuitamente ( quanti soldi se ne vanno inutilmente nei nostri ospedali e nelle asl!!!!!), se avete una risposta valida chiaritemi le idee , grazie.

  7. Mia figlia è nata nel marzo 1994 in piemonte, non mi sembra giusto che non possa fare la vaccinazione gratuitamente ( quanti soldi se ne vanno inutilmente nei nostri ospedali e nelle asl!!!!!), se avete una risposta valida chiaritemi le idee , grazie.

  8. Risposta alla sig.ra Anna Luisa
    Sono pienamente d’accordo con lei signora, e debbo dire che in alcuni paesi europei la vaccinazione è stata offerta gratuitamente a più fasce d’età.
    Mi passi il termine, anche se siamo sotto elelzioni, il dramma italiano è la regionalizzazione della sanità e mancanza di uniformità tra i servizi offerti ai cittadini ed aggiungo infine che la Ministra Turco, benchè abbia assunto un impegno ‘nobile’, non ha fatto i conti con la macchina burocratica del nostro servizio sanitario nazionale. Sa perchè? In Basilicata viene offerta gratuitamente alle 12enni, 16enni, 18enni, 23enni e 25enni. Nel Lazio solo alle 12enni e neanche in contemporanea in tutte le ASL. Nelle Marche si inizia a Luglio (quando le scuole sono chiuse, ergo Settembre..). Debbo inoltre aggiungere che i due vaccini sono differenti ed offrono una differente protezione. Il Gardasil protegge dalle lesioni precancerose del collo dell’utero, dal cancro del collo dell’utero, della vulva e dai condilomi genitali (verruche).Mentre il Cervarix dal solo cancro del collo dell’utero.
    Vi saranno in Italia alcune regioni che offriranno l’uno ed altre reglioni, l’altro.
    Alcune Italiane saranno più protette, altre meno.
    Per quanto a mia conoscenza la Regione Lazio dovrebbe offrirlo gratis solo alle nate nel 97.
    Le faccio comunque presente che in talunte regioni, sarà attivato un CoPayment, ovvero una compartecipazione alla spesa, per cui potrà acquistare il vaccino all’ufficio d’igiene anzicchè in farmacia e pagarlo il 50% in meno. Ma ribadisco, dipende da regione a regione. Ahinoi.
    La invito a visitare il sito : http://www.spazioprevenzione.it/hpv/
    Cordialmente
    Vittorio

  9. mi perdoni, facevo riferimento a lei come della regione Lazio. In Piemonte (per quanto a mia conoscenza) dovrebbe essere offerto gratuitamente alle nate nel ’97 e ’93 (2 coorti d’età), questo vuole dire che nel 2009 sarà offerto gratis alle nate nel ’98 e ’94, e pertanto sua figlia verrà chiamata dalla ASL a partire dall’anno prossimo.

  10. in italia le cose vanno avanti solo sotto cari costi.. Mi chiedo perchè mai le ragazze che non possono permettersi i costi esagerati di questo vaccino devono rinunciarvi.. Si parla tanto di prevenzione ma qui a qanto apre può prevenire solo il ricco, il povero (e cioè quasi tutta l’italia) rimane sotto rischio… che vergogna… l’italia è una vergogna…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>