Prestiti, nel 2013 il più conveniente è quello Webank secondo dati OF

di Redazione Commenta

Nel panorama dei prestiti del 2013 quello proposto da Banca Webank, banca online che propone prestiti online, è senz’altro di grande interesse. Webank, mantenendo del tutto invariati i tassi dal 2012, è ora il prestito con TAN, TAEG e rata mensile più bassa del panorama italiano dei prestiti a tasso fisso, stando a quanto di recente sottolineato dall’OF, l’Osservatorio Finanziario.
Il prestito più conveniente del 2013 è quindi quello di Webank, secondo l’Osservatorio Finanziario: mentre nel 2012 Webank si posizionava al quarto posto nel settore oggi, proprio per via dei tassi mantenuti invariati rispetto allo scorso anno, si guadagna con i suoi prestiti la cima della classifica della convenienza. Vediamone allora le caratteristiche di questi prestiti.
Le due opzioni in questione sono i Prestiti Small e i Prestiti Large di Webank, che non richiedono spese di istruttoria né commissioni aggiuntive di qualsivoglia tipo. L’opzione Small prevede l’erogazione di somme di denaro fino a un massimo di 10 mila euro e con rate che variano tra i 6 e i 60 mesi. L’opzione Large, invece, prevede una somma erogata massima di 30 mila euro e rate comprese tra i 18 mesi e 10 anni.
Ora, per entrare nello specifico dei tassi, vediamo che il TAN per l’opzione Small resta fisso al 7% per tutto l’arco temporale che copre l’operazione, mentre il TAEG ha una soglia del 7,272 per cento. Per l’opzione Large di Webank, invece, il TAN fisso è pari all’8 per cento e il TAEG all’8,311 per cento.
Queste le specifiche del miglior prestito 2013 secondo l’Osservatorio Finanziario. Naturalmente consigliamo a eventuali interessati di approfondire la conoscenza dell’offerta sul sito ufficiale Webank. Aggiungiamo che il secondo prestito più conveniente, nella lista dell’Osservatorio Finanziario, è considerato il prestito Comevoglio di IWBank, con costi accessori nulli, niente imposta di bollo né imposta sostitutiva. Il prestito di IWBank, da mille a 60 mila euro, propone inoltre l’interessante possibilità di aumentare o ridurre l’importo delle rate dopo il pagamento della sesta.
Photo Credits | mukumbura su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>