Risparmiare su internet e meno sesso

di Redazione Commenta

La rete è uno strumento utile: viene utilizzata per scovare il prezzo più conveniente dei beni che si desidera acquistare o per farsi un’idea su un ristorante, o un luogo di vacanza. Per alcuni prodotti hi-tech è possibile trovare buone occasioni online. Se invece vi interessa prendere in considerazione Internet come alternativa alla spesa al supermercato, le possibilità di risparmio in rete variano da catena a catena.

Una ricerca promossa da eBay, primo sito di commercio elettronico in Italia, conferma un aumento delle vendite nel periodo pre-natalizio. Prodotti elettronici (Sony Playstation 3 e Nintendo Wii fanno registrare +140% e +134% rispetto allo stesso periodo del 2007); accessori di moda (+91%) e, soprattutto, prodotti alimentari. In testa la birra (+100%), seguita da dolci, biscotti, tè e caffè (complessivamente +98,5%).

Internet diviene una vera e propria dipendenza: un sondaggio di Intel svolto in usa afferma che il 46% delle donne intervistate, se dovessero scegliere tra non fare sesso e restare senza connessione a Internet per due settimane, non avrebbero dubbi: al sesso si può rinunciare, a Internet no.

Le più Internet-dipendenti sono le persone nella fascia d’età tra i 18 e i 34 anni, (49% delle donne e 39% degli uomini), mentre considerando solo le donne si raggiunge la punta massima (52%) tra i 35 e i 44 anni, laddove gli uomini danno la precedenza al sesso con ben il 77% delle preferenze. L’esigenza di tenersi costantemente aggiornati e di rimanere in contatto con gli altri internauti ha portato il 65% del campione ad descrivere la connessione al Web come una vera ragione di vita; la percentuale sale al 71% se il discorso si allarga anche ai dispositivi portatili come Pocket Pc e smartphone.

Crisi o non crisi, in Italia lo shopping online, restio a prendere piede mentre già impazzava negli Usa, cavalca l’onda di un grande successo. A confermarlo anche l’ottavo rapporto e-commerce del Politecnico di Milano che prevede una crescita di oltre il 20 per cento per il 2008.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>