PattiChiari-Anci: campagna su educazione finanziaria e risparmio

di Redazione Commenta

Una vera e propria campagna di educazione alla gestione del denaro. Si tratta di “Prenditi cura del tuo denaro: mettiamo in Comune l’educazione finanziaria!”, il progetto ideato dalla collaborazione tra ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Consorzio PattiChiari che, partito dal Comune di Torino per poi proseguire a Verona, Firenze, Lecce e Catania, metterà a disposizione dei cittadini e dei consumatori informazioni semplici e chiare sul tema del bilancio familiare.

La campagna cercherà di rispondere al bisogno di chiarezza sull’allestimento, spesso complicato, del bilancio familiare. Molte ricerche hanno dimostrato che il livello di educazione finanziaria della popolazione italiana corrisponde a circa la metà di quello osservato in altri grandi paesi europei e obiettivo del progetto mira ad avvicinare i cittadini a temi basilari per la loro vita quotidiana, come la pianificazione finanziaria della propria famiglia o la scelta del mutuo. “Prenditi cura del tuo denaro: mettiamo in Comune l’educazione finanziaria!” si svolgerà a Verona dal 17 al 21 maggio, a Firenze dal 24 al 28 maggio, a Lecce dal 31 maggio al 4 giugno e Catania da 7 all’11 giugno. Questo tipo di evento è promosso dal Consorzio PattiChiari da alcuni anni nella certezza che l’educazione finanziaria possa condizionare positivamente la capacità dei cittadini di gestire il proprio denaro.

L’iniziativa è sostenuta anche da dodici Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, CittadinanzAttiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori) e da CNA World, prima associazione imprenditoriale italiana dedicata completamente agli imprenditori stranieri. Le associazioni di consumatori e la CNA World metteranno a disposizione i propri esperti presso la sede comunale e presso le proprie sedi, per dare ai cittadini informazioni semplici sull’amministrazione del proprio denaro e per far comprendere agli imprenditori immigrati nel nostro Paese tutte le normative per aprire un’impresa ed accedere ai servizi bancari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>