Ora legale, ora solare, ora di scegliere cosa fa risparmiare

di Redazione Commenta

Domenica scorsa, 26 ottobre, come ogni anno, siamo tornati all’ora solare spostando le lancette dei nostri orologi di 60 minuti indietro. Ciò per far coincidere gli orari lavorativi e scolastici con le ore di luce messe a disposizione dal Sole. Ma uscire dall’ora legale è vantaggioso solo per questo? O è anche un buon pretesto per poter risparmiare? E’ questa la riflessione che vi proponiamo oggi noi di Guadagno: è più conveniente l’ora solare o l’ora legale?

Prima di tutto possiamo dirvi che il cambiamento orario, qualunque esso sia, non è affatto benefico per il vostro corpo. E’ uno stress che l’organismo deve affrontare perchè destabilizza i suoi processi endogeni. Ad affermarlo i ricercatori della Ludwig-Maximilian University di Monaco. Dopo uno studio approfondito hanno spiegato che l’uomo dispone di un orologio biologico interno, costituito da un complesso meccanismo che sincronizza le funzioni fisiologiche con l’ambiente esterno.

Anch’esso è suddiviso in 24 ore, durante le quali si svolge il ciclo circadiano, dipendente dall’alternarsi luce-buio esterno. Il cambio d’orario, e relativo cambio d’illuminazione, influisce su questa regolarità portando disagio e stress, difficilmente superabili dalla maggior parte delle persone.

Parlando di convenienza economica, invece, l’ora legale sarebbe più vantaggiosa, peraltro è ciò che attestano recenti studi e ricerche: durante questo periodo sarebbe possibile risparmiare 646 milioni di Kilowattora, pari a 99 milioni di euro. Un consistente risparmio di soldi e di energia elettrica, dato dal fatto che tra il 30 marzo ed il 27 ottobre vi è un’ora in più di luce.

Va ricordato però che durante questo tempo, soprattutto d’estate, 60 minuti in più d’illuminazione accompagnati dal gran caldo spingono tutti a utilizzare di più l’auto (con relativo consumo di benzina), a usufruire di apparecchiature elettroniche di vario tipo (come il condizionatore) e a frequentare, in maggior quantità, attività ludiche serali: d’intrattenimento, di svago e di spettacolo. Anche se non si sta a casa con la luce accesa vi è comunque un dispendio di denaro in molte altre cose.

Resta così il dubbio su cosa permetta di risparmiare di più: ora legale oppure ora solare? Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>