L’iniziativa “Pesche in spiaggia” gratis

di Redazione Commenta

Durante il mese di agosto, sulle spiagge di quattro regioni italiane, verranno distribuite gratuitamente succose pesche gialle, un’iniziativa cofinanziata dal ministero delle Politiche agricole e creata appositamente per promuovere il consumo della frutta durante il mese più caldo dell’anno. L’iniziativa è stata prsentata dal ministro Saverio Romano che, nel presentare il progetto, ha sottolineato il forte momento di crisi economica e il calo dei consumi dei prodotti più importanti dell’eccellenza agroalimentare del nostro Paese.

 L’obiettivo della campagna farà felici i turisti delle spiagge di Emilia Romagna, Veneto, Lazio e Sicilia dove verranno distribuite le pesche a tutti i turisti che vogliano fare una merenda sana ed economica. La frutta verrà distribuita dalle Capitanerie di Porto secondo un calendario preciso: il 13 e 14 agosto le pesche approderanno nelle spiagge dell’Emilia Romagna, il 20 e 21 in quelle del Veneto e del Lazio, e il 27 e 28 in Sicilia. L’iniziativa è stata presentata solo ieri ma e il nome di alcune spiagge è già stato reso noto: nel Lazio le spiagge toccate saranno quelle di Fregene e Ostia Lido, mentre tra le altre località coinvolte ci sono Cesenatico, Milano Marittima, Cervia, Rosolina Mare, Jesolo, Peschiera, Taormina, Catania e Palermo; in tutte le spiagge inoltre verrà distribuito del materiale informativo che illustrerà la produzione italiana di pesche e prodotti agroalimentari, un primato da difendere.

Vi invitiamo a partecipare all’iniziativa visitando le spiagge coinvolte nell’iniziativa secondo i giorni indicati. Inoltre, durante la conferenza stampa tenuta con i giornalisti, il ministro ha avanzato l’idea di voler riproporre la stessa iniziativa anche durante i mesi invernali, distribuendo frutta invernale sulle piste da sci più famose del nostro Paese; un modo per favorire anche il nord, escluso dall’iniziativa estiva, e per attirare l’attenzione sulla frutta invernale: dalla sua produzione, alla salute del settore di mercato e alla politiche di protezione verso i prodotti del nostro Paese.

[Photo Credits mainefoodandlifestyle]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>