Fotovoltaico, fra due anni meno incentivi

di Paola Assanti 2

Se qualcuno avesse intenzione di installare un impianto fotovoltaico e godere di tariffe agevolate dallo Stato è bene che cominci ad affrettare i tempi perchè si potrà godere di questi benefici solo per altri due anni. A luglio, infatti, una conferenza unificata Stato-Regioni ha approvato un nuovo Conto energia per il periodo 2011-2013, stabilendo i criteri e le tariffe incentivanti concesse dallo Stato a chi installa sulla sua proprietà un impianto fotovoltaico. La conferenza ha stabilito che il Conto Energia preveda due categorie di impianti, e non più tre, che saranno “impianti realizzati sugli edifici” e “altri impianti”, eliminando la categoria della parziale integrazione . Verrà poi introdotta una categoria di “impianti integrati con caratteristiche innovative”che beneficeranno di tariffe incentivanti più alte rispetto alle altre due tipologie. Queste tariffe saranno decurtate del 2% all’anno (anziché del 6%) nel 2012 e 2013.

Sarà poi effettuata una distinzione anche riguardo la potenza produttiva attraverso una divisione in sei classi, suddivisione importante per calcolare le tariffe incentivate a cui si ha diritto. Nota dolente riguarda proprio gli incentivi per chi intende installare un fotovoltaico: ogni kilowatt di energia prodotta dall’impianto fotovoltaico darà sì il diritto al pagamento di una quota stabilita per legge, ma la quota prevista dal 2011 avrà una riduzione fra il 10 e il 25% rispetto a quella attuale, che continuerà ad essere in vigore fino alla fine del 2010. Per il 2011 sono previste tariffe ridotte del 6% ogni quattro mesi, proseguendo via via nel 2012 e nel 2013, attraverso un sistema “a scalini” che faccia diminuire progressivamente le agevolazioni in base alla capacità produttiva dell’impianto e dell’anno di entrata a regime dell’impianto stesso.

Nota positiva, però, riguarda i vari premi che sono stati previsti a seconda delle categorie di impianti o delle zone in cui questi ultimi sono installati. Il Conto Energia premierà gli impianti delle zone industriali, cave e discariche, che vedranno un incremento del 5% sugli incentivi, mentre quelli costruiti in sostituzione di eternit o amianto avranno diritto al 10% di maggiorazione. Dal primo gennaio 2011 avremo quindi numerosi cambiamenti sul piano “energia”, ma attenzione: si potrà godere ancora del Conto Energia attualmente in vigore e delle tariffe maggiormente convenienti se gli impianti fotovoltaici che volete installare verranno costruiti completamente entro il 31 dicembre del 2010 ed entreranno in servizio entro il 30 giugno 2011.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>