Giornata mondiale dell’alimentazione 2015, ecco quanto cibo sprecano gli italiani

di Salvina Commenta

Si celebrerà il prossimo 16 ottobre la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, istituita dalla FAO per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema degli sprechi alimentari e della fame nel mondo. All’evento aderirà anche la startup per la ricerca e prenotazione on-line di addetti alle pulizie Helpling, in partnership con MyFoody, startup che permette di acquistare a prezzi scontati nei supermercati cibo che altrimenti andrebbe gettato via anche se ancora buono. Dalla loro collaborazione è nata, per l’occasione, un’infografica (dopo il salto) proprio sul problema dello spreco di cibo e  una mini guida per un uso consapevole del cibo che acquistiamo.

Si pensi che, solo in Europa, vengono sprecati circa 100 milioni di tonnellate di cibo all’anno e che in Italia, nonostante la crisi economica abbia contribuito a diminuire gli sprechi 57%, i rifiuti alimentari ammontano tuttora a 108 kg pro capite; come se ognuno di noi gettasse ogni giorno due piatti di pasta nella spazzatura. Un vero e proprio abominio, se pensiamo che più di 4 milioni di nostri connazionali versano in condizioni di povertà assoluta.

Tutto questo però non è solo ingiusto, ha anche una ricaduta economica e ambientale: in Italia vengono sprecati 37 miliardi di Euro di cibo (una cifra che basterebbe a sfamare 44 milioni di persone) che equivalgono all’emissione di 3,4 milioni di tonnellate di CO2.  Un dato assurdo che tutti noi però possiamo contribuire a ridurre adottando alcuni piccoli accorgimenti quotidiani:

Helpling, infatti, in collaborazione con MyFoody, ha stilato la guida guida #ciboXtutti nella quale sono contenute informazioni utili per ridurre gli avanzi, promuovere il riutilizzo dei rifiuti laddove possibile, con notevoli benefici economici e ambientali. Come vedrete, si tratta di piccoli trucchi e accorgimenti che non ci costa nulla mettere in pratica e che gioveranno alle nostre tasche e alla salute del pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>