A Lucca ristoranti tipici meno cari o meglio il kebab?

di Redazione Commenta

No all’apertura di nuove pizzerie veloci, al taglio, fast food, sushi, rivendite di articoli da mare e per la nautica, sexy shop ed esercizi di media e grande distribuzione, così come kebab e ristoranti etnici.

Tutto questo non si potrà più fare a Lucca: non in tutta la città ma nel solo centro storico. In quella porzione di città lunga 4 chilometri la norma è inequivocabile:

Non è ammessa l’attivazione di esercizi di somministrazione, la cui attività sia riconducibile ad etnie diverse.

Un divieto discriminatorio – ha affermato l’opposizione, con il consigliere pd Alessandro Tambellini – la giunta ha scelto un atteggiamento di chiusura verso le culture diverse, sostituendo alla logica del confronto quella dei no. Il riferimento alle etnie è assolutamente infelice. Cosa vuol dire? Che va bene la cucina francese o tedesca, che appartengono al nostro stesso ceppo, e non l’indiana, la cinese o l’araba?

L’assessore alla Regione Paolo Cocchi commenta:

Siamo contrari a forme occulte di razzismo gastronomico.

La risposta della giunta?

Ma quale razzismo! L’unico nostro scopo è quello di tutelare il patrimonio storico del centro.

La limitazione, secondo quanto deciso in consiglio comunale con 23 voti a favore e 11 contro, verrà applicata solo ed esclusivamente al centro storico, inteso come il territorio dentro i 4 km quadrati delle mura urbane. Tutto questo al solo fine di tutelare e valorizzare il patrimonio storico-ambientale della zona più centrale della città. Il nuovo regolamento comunale prevede che, nel centro storico di Lucca,

al fine di salvaguardare la tradizione culinaria e la tipicità architettonica, strutturale, culturale, storica e di arredo non è ammessa l’attivazione di esercizi di somministrazione, la cui attività svolta sia riconducibile ad etnie diverse.

L’applicazione del concetto di etnia al commercio ha stupito anche fuori dalla provincia e dalla regione tanto che, già dopo pochi minuti dalla pubblicazione dell’articolo on line, sul sito di Repubblica la notizia si è soarsa sul web, con Lucca tacciata di provincialismo e di estremismo e qualche lettore che si è spinto fino a invitare a boicottare tutto ciò che proviene dalla città. E voi come la pensate? Meglio ristorantini tipici o un kebab per risparmiare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>