Musei statali, venti giornate di ingresso gratuito e la settimana dei musei

di Fabiana Commenta

Ingresso gratuito nei musei statali, si cambia: come annunciato qualche mese da dal Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli, cambiano le modalità di fruizione per visitate i musei gratuitamente. 

Addio alle Domenica al Museo, l’iniziativa che prevedeva l’ingresso gratuito ogni prima domenica del mese: Bonisoli annuncia invece un totale di 20 giorni gratuiti ogni anno per l’accesso ai musei, l’istituzione della “settimana dei musei” con ingresso gratuito per sette giorni l’anno, 8 giornate ticket free scelte dai direttori dei musei autonomi e dai poli regionali e altre 6 giornate gratuite in corrispondenza delle prime domeniche del mese, da ottobre a marzo. 

Le novità non sono poche nel decreto che entrerà in vigore a partire dal 28 febbraio 2019 per incentivar la fruizione degli spazi culturali statali da parte dei cittadini. 

Vediamo nel dettaglio le novità.

Il numero delle giornate ad ingresso gratuito, cresce e aumenta a 20 in totale. 

Viene istituita la Settimana dei Musei, un periodo preciso di lancio che si rinnova ogni anno e che consente di poter visitare gratuitamente tutti i musei statali. Quest’ano la settimana dei musei cade dal 5 al 10 marzo. 

Il decreto inoltre introduce 8 giornate ticket free, scelte in modo autonomo dai direttori dei musei autonomi e dei poli museali regionali, in relazione alle specificità territoriali di ogni sito. 

Restano confermate 6 giornate di ingresso gratuito in concomitanza con le prime domeniche del mese, da ottobre a marzo. 

Particolare attenzione è rivolta poi ai giovani di età compresa fra i 18 e i 25 anni e che potranno usufruire di un ticket da 2 euro per visitare un luogo della Cultura. Per prenotare la propria visita basta un click: è sufficiente collegarsi al sito del Ministero. (qui nel dettaglio). 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>