Auto elettriche, grande risparmio ma prezzi di listino ancora troppo alti

di Redazione Commenta

Il caro benzina continua a pesare ogni mese di più sulle tasche degli italiani, e sono sempre di più le persone che guardano con interesse al mondo delle auto elettriche, in grado di far risparmiare grandi cifre ogni anno in termini di benzina, bollo e non solo. Tuttavia, come confermano i dati diffusi dal portale per il confronto delle assicurazioni auto SuperMoney, resta una grande problematica: le auto elettriche hanno prezzi di listino ancora troppo alti, in grado di vanificare anni di risparmi giornalieri.

Secondo i dati diffusi da SuperMoney il crescente interesse per le auto elettriche e il risparmio che possono portare ai cittadini sarebbe più che ben riposto, se non fosse per un fatto: le auto elettriche, al momento, costano troppo. Vediamo più nel dettaglio, anzitutto, il grande risparmio che può derivare dall’utilizzo di un’auto elettrica.

Per quanto concerne l’assicurazione auto, la spesa per un’auto C-1 a benzina è pari (in media) a 609 euro annui, mentre per un’auto C-Zero elettrica ammonta a 405 euro annui. Per quanto concerne il bollo, invece, se questo è pari in media, prendendo come regione d’esempio la Lombardia, a 129 euro per un’auto C-1 benzina, per un’auto C-Zero elettrica, come noto, questo costo scenderebbe a zero. Passando all’alimentazione, calcolando un costo annuo per 10 mila km, la spesa per un’auto C-1 a benzina ammonterebbe a 860 euro, mentre per un’auto elettrica si fermerebbe a 150 euro. Il risparmio complessivo annuale, secondo SuperMoney, ammonterebbe a 1043 euro. Grandissimo risparmio, quindi.

Ma come accennato resta un grande problema: il costo di listino delle auto elettriche. Difatti, i dati parlano chiaro, si arriva a 28 mila euro di media per un’auto C-Zero elettrica, contro i 9500 circa di un’auto C-1 a benzina. Naturalmente questi dati variano a seconda dei modelli, ma non c’è dubbio che i prezzi delle auto elettriche per ora siano davvero molto alti. Cosa si può concludere da questo? Che forse per risparmiare la cosa migliore è avere pazienza e aspettare che il mercato, sempre più concorrenziale, faccia il suo corso e i prezzi scendano di qualche migliaio di euro.

Photo credits | Domenic’s pics su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>