SoliDando, come funziona la spesa solidale a Milano

di Fabiana Commenta

Si chiama SoliDando ed è il primo minimarket solidale sorto a Milano in via Calatafimi 10, vicino a porta Ticinese e al parco delle Basiliche.

È un mini market speciale che consente di poter usufruire della spesa gratis per le famiglie in difficoltà economica. Ma come funziona l’iniziativa? Non vengono distribuiti soldi alla cassa, ma una tessera a punti che vengono via via scalati a ogni spesa effettuata.

Obiettivo dell’iniziativa lanciata dal direttore dell’Istituto Beata Vergine Addolorata che ha avviato l’iniziativa, era di aiutare 150 famiglie in un anno, per un totale di 560 persone assistite, anche se nel giro di poco tempo, i numeri hanno clamorosamente superato le aspettative. All’interno del minimarket sono disponibili 83 prodotti di primaria necessità, tra cui olio, aceto, sale, zucchero, latte, pasta, riso, farina, biscotti, tonno, pelati, legumi, pannolini.

Solidando è aperto due mattine a settimana, il martedì e il venerdì dalle 9 alle 13: all’interno lavorano commessi e cassieri, tutti rigorosamente volontari che controllano l’approvvigionamento dei prodotti e offrono consigli su come ottimizzare al meglio la spesa.

Ma come usufruire dell’iniziativa? Le famiglie con problemi di reddito vengono individuate da FareCentro, lo sportello di ascolto e accompagnamento di Ibva. Dopo un primo colloquio iniziale, le famiglie ottengono una tessera a punti che vengono caricati caricati mensilmente in base alla composizione del nucleo familiare che ha la durata di quattro mesi. 

Dopo i quattro mesi, scatta una nuova verifica delle condizioni economiche della famiglia per valutare se siano cambiate o meno: se sono presenti minori di età inferiore ai 36 mesi viene inoltre rilasciata una tessera infanzia che garantisce il diritto all’acquisto di specifici prodotti per i bambini.

 

phpto credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>