Alitalia, ora possibili pagamenti rateali a tasso zero

di Matteo Carriero Commenta

Alitalia, alquanto attiva ultimamente sul fronte marketing e promozione, presenta una nuova possibilità a tutti i viaggiatori: sono ora infatti possibili pagamenti rateali dei biglietti, sempre a tasso zero e senza spese aggiuntive. Una possibilità senz’altro interessante, per il momento limitata agli acquisti effettuati entro l’11 gennaio 2013.

Alitalia imbastisce una nuova iniziativa per i viaggiatori italiani: si tratta della possibilità di acquistare normalmente biglietti aerei della compagnia di bandiera non pagando tuttavia l’importo in soluzione unica al momento dell’acquisto, ma dilazionando il pagamento entro 10 rate mensili a tasso 0 (Tan 0% e Taeg 0%) senza alcun tipo di spesa aggiuntiva. Tale possibilità e valida su voli nazionali, internazionali e intercontinentali, e le condizioni dell’offerta sopra citate valgono fino all’11 gennaio 2013, a meno di proroghe da parte della compagnia aerea.

La nuova possibilità arriva a seguito di un accordo tra Alitalia e Findomestic, difatti per poterne usufruire occorre scegliere, al momento dell’acquisto online del biglietto, la modalità di pagamento “Finanziamento Findomestic”. Naturalmente esiste un importo minimo per poter usufruire della modalità di pagamento a rate a tasso zero, ma occorre dire che non si tratta di un importo stellare: 400 euro, infatti, il minimo fissato dalla compagnia per poter usufruire di questa possibilità. Correlata a questa nuova offerta vi è la promozione per famiglie che permette di acquistare 4 biglietti a rate, 2 per adulti e due per bambini con età massima di 11 anni, a prezzo conveniente, e ovviamente con pagamento dilazionato a tasso zero, per cui un volo Milano Parigi andata e ritorno in versione familiare può costare solo 63,40 euro al mese (per 10 mesi).

Possibilità, questa sviluppata da Alitalia in collaborazione con Findomestic, che può interessare molto gli italiani stretti nella crisi che tuttavia da troppo tempo rimandano una meritata vacanza, o che devono recarsi all’estero per motivi familiari, o d’affari, e preferirebbero non impegnare subito l’intera somma del viaggio aereo.

Photo Credits | Cliff1066 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>