La Nokia regala sms gratuiti per San Valentino

di Laura 3

Dopodomani è la festa degli innamorati e noi di Guadagno non potevamo certo farcelo sfuggire. Ma quali sono le origini di questa romantica festa? Fin dal quarto secolo A. C. i romani pagani adoravano il dio Lupercus. I nomi delle donne e degli uomini che adoravano questo Dio venivano messi in un’urna e mescolati. Grazie a questa pratica, sempre secondo le credenze di allora, un bambino sceglieva a caso alcune coppie che per un intero anno avrebbero vissuto in intimità. Nel giro di un anno sarebbe nato il bambino. Questo rito si ripeteva ogni anno. La Chiesa cattolica decise di porre fine al rito pagano per la fertilità: i padri precursori della Chiesa cercarono un santo “degli innamorati” per sostituire Lupercus.

Si pensò a Valentino, un vescovo martirizzato circa duecento anni prima. Il povero vescovo, fu invitato dall’imperatore pazzo Claudio II. Il sovrano avrebbe voluto convincere il vescovo a convertirsi nuovamente al paganesimo. Valentino rifiutò fermamente e tentò anzi di convertire Claudio II al Cristianesimo. Le conseguenze però non furono felici: il 24 febbraio 270, San Valentino fu lapidato e poi decapitato.

Ma dopo questo escursus storico, torniamo a noi: ecco un’iniziativa di Nokia per omaggiare la giornata degli innamorati. Nokia ha creato un sito, Nokia Cupid, che consente di inviare sms gratuiti alla persona amata. Forse il risparmio non sarà tantissimo, dato che, si spera, abbiate un/a solo/a fidanzato/a. Ma ecco la novità: gli sms sono anonimi. Basta specificare qualche dettaglio (che rimane ovviamente top-secret), e quindi il nome e il numero del fortunato o della fortunata. Non vi siete quindi ancora dichiarati alla persona amata? perchè non iniziare una serie di sms anonimi allo scopo di entusiasmare e incuriosire l’altra? Altra pecca, il servizio è fruibile solo in Inghilterra. Chissà se nelle ultime ore non sarà fruibile in tutta l’Europa?

Una ricercatrice della Indiana University, dopo aver analizzato 1164 sms inviati in diretta a una trasmissione italiana ha rilevato che le donne, nei messaggini telefonici, sono più espressive, esprimono meglio le emozioni ed usano sms più lunghi. e tendono ad abbondare con le parole.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>