Stiamo ATTENTI alle e-mail “truffa” firmate “Poste italiane”: ci riprovano

di Daniela L 3

L’abbiamo notato tutti, arrivano nella casella mail ogni giorno e già da un bel po’ di tempo, è la truffa firmata “Bancoposta”. Sembrava che la cosa stesse lentamente scemando ma aspettiamoci pure altre mail fraudolente.



Le mail truffa arrivano anche a chi non è correntista della posta e sono fatte davvero bene, vengono usati colori e loghi simili all’originale.

Ultimamente il nuovo messaggio che ci si presenta in mail è questo:

“Cari Banco Posta Online clienti, a causa del numero di tentativi di accesso errati, il Banco Posta Online Banking account e stato bloccato per la vostra sicurezza su 02/01/2008. E necessario reimpostare la tua Password prima di poter entrare Online Banking. E possibile reimpostare la tua Password semplicemente con un clic sul link qui sotto. https://www.poste.it/online/personale/login-home.fcc
Banco Posta Online a cura di noi la vostra sicurezza, per la vostra protezione stiamo attivamente notifica di questa attivita. Desidera confermare questa email e da Banco Posta Online? Accedi al Online Banking, selezionare Gestione avvisi Avvisi e Storia per vedere tutti gli avvisi inviati da Banco Posta Online. Avvisi vostra storia e aggiornata ogni 2 ore. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.Cordiali saluti, Assistenza clienti Poste Italiane”

Insieme alla truffa come vedete, ci sono anche gli errori grammaticali ma nonostante gli avvisi di allerta siano tanti, ancora molte persone ci cascano e forniscono i loro dati a malintenzionati.

E’ bene ricordare che in NESSUN CASO Poste Italiane richiede codici di sicurezza o password personali via mail e assolutamente NON RICHIEDE IN NESSUN CASO, l’inserimento di questi su siti che non siano il sito ufficiale di Poste italiane.

I dati dicono che solo cinque attacchi di phishing su 10 mila vanno a buon fine per i truffatori ma il fenomeno purtroppo è in continua evoluzione e i sistemi sono sempre più perfezionati.

E’ bene sapere che sul sito ufficiale di Poste italiane ci sono buone regole per operare sempre in sicurezza senza cadere in truffe ed è anche possibile segnalare al numero gratuito 803.160 eventuali mail fraudolente ricevute, oltre che rivolgersi alle Poste italiane inviando una mail a [email protected].

Commenti (3)

  1. Poste Italiane Caro cliente,

    Durante il nostro calendario regolarmente la manutenzione e la verifica che abbiamo
    rilevato un lieve errore e le informazioni per la fatturazione su file con Poste Italiane.

    Ciò potrebbe essere dovuto ad una delle seguenti ragioni:

    — Un recente cambiamento nelle vostre informazioni personali (ad esempio, cambio di indirizzo)
    — L’incapacità di verificare accuratamente selezionata di pagamento, uno
    errore interno all’interno dei nostri processori.

    Recentemente abbiamo notato uno o più tentativi di accesso nel tuo conto Poste Italiane
    da un indirizzo IP estera e abbiamo ragione di credere che il tuo account
    e stato dirottato da un terzo senza la sua autorizzazione. Se hai recentemente
    l’accesso al tuo account mentre viaggia, il log dei tentativi possono avere
    iniziata da voi.
    Tuttavia, se siete il legittimo titolare del conto, fare clic sul link
    qui sotto, come si prova a verificare il tuo account.

    https://www.poste.it

    Il tentativo di accesso è stato effettuato da:

    Indirizzo IP: 89.34.153.170
    ISP ospitante: 89-34-153-170.u-nite.ro

    Se si sceglie di ignorare la nostra richiesta, ci si lascia alcuna possibilità di scelta, ma a
    temporalmente sospendere il suo account.
    Ti chiediamo di consentire almeno 72 ore per il caso di essere studiata e noi
    Consigliamo vivamente di non apportare modifiche al tuo account in quel momento.

    * Si prega di non rispondere a questa email in quanto la sua risposta non saranno ricevuti.
    Grazie per la vostra pazienza mentre lavoriamo insieme per proteggere il tuo account.

    Ogni tanto ci provano..!

  2. allora?mi è arrivata pure quella della multa per divieto di sosta,notificata chiaramente tramite autovelox!!!!!ma l’autovelox non faceva gli eccessi di velocità?adesso fa anche gli eccessi di lentezza?Propongo il carcere riabilitativo per questa gente,con obbligo di studio accurato della lingua italiana,e del codice della strada,e magari di un minimo di buon senso per imparare a fare qualcosa di più che mero spam.Solo 5 su 10000 mail di phishing traggono in inganno?vuol dire che 2 sono scritte in modo convincente,2 beccano ingenui,1 è vuole provare la brezza di cazziarsi il conto bancoposta nel modo più stupido.Concordo con te,che almeno sei più originale di chi ti da 72 ore di tempo prima di estinguerti per sempre il conto a causa di un cambio di residenza….Prendete i piattini e andate per le strade…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>