Come insegnare ai figli a risparmiare

di Malvi Commenta

Come insegnare ai figli a risparmiare? L'impresa non è impossibile anche se richiede molto impegno da parte degli adulti per tirare su figli responsabili che diano la giusta importanza ai soldi.

Come insegnare ai figli a risparmiare? L’impresa non è impossibile anche se richiede molto impegno da parte degli adulti per tirare su figli responsabili che diano la giusta importanza ai soldi.


Fin da piccoli i bambini possono essere educati al risparmio con piccole mosse che, ripetute nel tempo, li aiutano a conoscere il valore del denaro e li inducono a non sperperarlo. Una prima cosa da fare, per insegnare ai bimbi a risparmiare, è quella di non accontentarli in tutto e per tutto: quando chiedono un giocattolo, per esempio, occorre far capire loro che comprarglielo significa spendere e che non è sempre possibile accontentarli, perché non sempre è possibile spendere soldi. Mano a mano che i figli crescono, poi, diventa fondamentale l’utilizzo del classico salvadanaio dove i bambini potranno mettere i loro risparmi. Questo è un modo divertente ma molto efficace per inculcare il valore del risparmio ai piccolissimi che, ogni volta che metteranno da parte un soldino, sapranno che andrà ad accumularsi nel tempo ad altri per comprarsi prima o poi un giocattolo e farsi un bel regalo.

Con i figli adolescenti poi comincia la fase della paghetta che riveste un ruolo fondamentale nell’educazione dei figli al denaro. Per insegnare ai figli a risparmiare, infatti, è assolutamente vietato dare paghette troppo alte altrimenti gli adolescenti penseranno di potersi comprare qualsiasi cosa senza il minimo sforzo. Occorre invece dare dei soldi, in modo che loro stessi possano amministrarli, ma non troppi perché solo così si insegnerà il vero valore dei soldi agli uomini di domani.

 

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>