Menù anti spreco, le proposte di Francesco Mazzei

di Fabiana Commenta

Se un terzo del cibo finisce nella spazzatura durante la distribuzione, quando resta invenduto o viene gettato nei ristoranti., anche le case non sono esenti dal problema.

La differenza forse consiste nel fatto che possiamo in qualche modo contribuire a cambiare un po’ le cose imparando anche a risparmiare e a riciclare gli ingredienti che abbiamo in casa.

Ecco qualche suggerimento, di lusso, che arriva direttamente dallo chef calabrese Francesco Mazzei, del ristorante Radici di Londra. 

Il primo di pesce

Chi ha detto che il riciclo debba essere necessariamente poco sofisticato? Provare per credere. Prepariamo ad esempio degli spaghetti con la testa di pesce. La testa in effetti ò la parte più saporita del pesce ottima per preparare un primo gustoso.

Utilizzante il branzino: pulite le branchie e preparate un sugo con aglio e un’acciuga lasciandola soffriggere per un po’. Sfumatela con un goccio di vino bianco, aggiungete dei pomodorini e lasciate cuocere per qualche minuto. Cuocete gli spaghetti e lasciateli saltare nella pasta.

Il gateau

Il gateau: generalmente si pensa al gataeu di patate, piatto ideale per riciclare patate ingredienti avanzati, ma un’altra ricetta anti spreco è data dal gateau di zucca.

La zucca è un ortaggio grande che in parte va sprecato. Andrebbe invece cotta in forno, poi ben spolpata, ripassata in padella e fatta asciugare. Mettetela in una teglia con la mozzarella o i pezzetti di formaggio avanzati. Amalgamate e disponete su una teglia, poi aggiungete una spolverata di pane grattato e qualche fiocchetto di burro. Lasciate cuocere in forno per 30 minuti a 180 gradi.

Ghiaccioli fatti in casa

Perfetti per la calura dell’estate, i ghiaccioli fatti un casa sono semplici, economici ed estremamente buoni.

Utilizzate la frutta anche rovinata come ad esempio anche le ultime arance a disposizione. Spremete le arance e grattugiate le bucce. Mescolate e aggiungete un po’ di zucchero. Sistemate il succo negli appositi stampini e lasciate raffreddare per qualche ora.

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>