Pedaggi: 8 mln da restituire ai consumatori, stop aumenti Anas

di Redazione 2

Ammonta a circa 8 milioni di euro la somma da restituire agli utenti per le maggiorazioni dei pedaggi dichiarate illegittime dal Consiglio di Stato. La cifra tiene conto del numero di automobilisti che ogni giorno viaggiano sulle tratte che sono state oggetto di ricorso e degli aumenti medi delle tariffe applicati dal mese di luglio fino al 5 agosto. Il Consiglio di Stato ha confermato il blocco agli aumenti dei pedaggi su autostrade e raccordi autostradali dell’Anas previsto dalla manovra economica.

Il mancato aumento dei pedaggi – sottolineano i presidenti delle associazioni Federconsumatori e Adusbef, Rosario Trefiletti e Elio Lannutti – evitera’ ai cittadini maggiori esborsi, indirettamente, ossia per le ripercussioni sui prezzi dei beni di largo consumo (che nella grande maggioranza dei casi sono trasportati su gomma), sia, in maniera diretta, soprattutto per i pendolari, che avrebbero dovuto subire un vero e proprio salasso di almeno 50 euro al mese. Ovviamente, per quanto ci riguarda, tale provvedimento dovra’ essere esteso a tutto il territorio nazionale.

Adiconsum inoltre dopo lo stop del Consiglio di Stato chiede alle societa’ Autostradali di procedere al conguaglio dei costi sostenuti dai possessori di Telepass e di rimborsare in questo modo i costi sostenuti dagli automobilisti in possesso delle ricevute di avvenuto pagamento del pedaggio. Il Consiglio di Stato ha così dato ragione alla Provincia di Roma e al Codacons che avevano presentato ricorso al Tar del Lazio contro i rincari.

Anche il Consiglio di Stato conferma che le nostre argomentazioni erano giuste e sacrosante – sottolinea Zingaretti, presidente della Provincia di Roma -. Non solo, come poteva sembrare ovvio, dal punto di vista politico e sociale, ma anche da quello strettamente giuridico. Con la nostra forza e tenacia abbiamo vinto e dato un contributo determinante per seppellire questo odioso balzello che penalizzava in modo particolare chi vive, studia e lavora nel territorio romano. Il nostro e’ stato un impegno doveroso in quanto siamo una Istituzione che tutela, non a chiacchiere ma con fatti concreti, i diritti dei cittadini contro quelle che sono vere e proprie ingiustizie messe in atto dal Governo nazionale.

Commenti (2)

  1. Qualcuno sa se è possibile richiedere eventuale rimborso per chi ha pagato con fastpay?

  2. Credo di si bisogna informarsi presso il sito della società autostrade…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>