Ricette economiche: tagliolini al sugo di tacchino

di Redazione Commenta

Chi non ha mai mangiato la carne di tacchino? Acquistata quasi esclusivamente per la sua estrema convenienza ha tante qualità: è una carne saporita, tenera e molto salutare. La carne bianca è ricca di proteine nobili e di aminoacidi ramificati: le proteine contenute nella carne sono molto simili a quelle presenti nell’organismo umano, quindi facilmente assimilabili, il nostro corpo é quindi in grado di utilizzarle in maniera ottimale. Nonostante l’aspetto bianco della carne, 100 grammi di tacchino contengono rispettivamente 2,5 grammi di ferro, valori molto simili alla carne di bovino. Le calorie della carne possono variare di molto trattandosi di carne macinata, dove è difficile capire la percentuale di grasso in essa contenuto.

Ingredienti:

– 400gr. di tagliolini
– 1 petto di tacchino da 300gr.
– 1 cipolla, carota, aglio, sedano
– vino bianco
– olio, sale e pepe

Preparazione:

In una padella rosolare la cipolla, la carota e il gambo di sedano. Far cadere un bicchiere di vino nella padella, far evaporate, salare e pepare. Versare la carne macinata nel soffritto. la carne deve essere cotta a basse temperature, altrimenti troppo calore altera il valore delle proteine rendendo la carne meno digeribile e più dura. Nel frattempo lessare i tagliolini e, e poi versarli nella padella delle verdure. Mischiare e servire. Prima di preparare il tutto, conservare la carne di tacchino in frigorifero, adeguatamente coperto con pellicola trasparente, oppure in appositi sacchetti freezer ad temperatura compresa fra -1 e +4° C. Consumare entro un paio di giorni.

Alcuni ricercatori dell’Università di Stanford hanno condotto una ricerca che ha visto, nella carne di tacchino, un aminoacido essenziale, il triptofano. Noto per varie proprietà benefiche sull’organismo umano come la regolazione del sonno e dell’umore, agisce anche potenziando il sistema immunitario. Addirittura nelle ricerche sui topi, dopo la somministrazione del triptofano, sui roditori testati vi era un miglioramento dei disturbi causati dalla sclerosi multipla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>