Chewing gum, come toglierlo da vestiti e scarpe

di Redazione 3

Quante volte è capitato di calpestare, per strada, una gomma da masticare? Tante! E quante volte siamo riusciti a toglierla con facilità? Poche! Qui di seguito vi proponiamo qualche possibile soluzione per non impazzire troppo se, per colpa di qualcuno, tornate a casa con un bel regalino attaccato non solo alle vostre scarpe ma addirittura ai vostri vestiti, magari sedendosi in autobus, o su una panchina. Per togliere la gomma da masticare dalla suola della scarpa, si può decidere di aspettare, una volta arrivati a casa, che la gomma si secchi, per poi toglierla senza trovare residui sulla suola.

Se non avete voglia di aspettare, ponete un foglio di giornale sulla gomma e passate il ferro da stiro caldo più volte. Puzzerà un po’, ma almeno verrà via. Per levare la gomma dai vestiti, invece, trattandosi di capi in cotone, possiamo utilizzare sempre il ferro ben caldo, ma appoggiando sulla gomma uno straccio asciutto. Passando il ferro per almeno 2 o 3 volte, la gomma  si toglierà tranquillamente rimanendo attaccata allo straccio. Sul tessuto resterà solo un alone, ma basterà lavare il capo ed ogni traccia del piccolo disastro si sarà dissolta! Si può, poi, ricorrere al classico rimedio del cubetto di ghiaccio, o riponendo il capo d’abbigliamento in freezer per un’ora;  quando la gomma è ben gelata la si può staccare con un coltello,  eliminando i residui con del benzolo.

Se il vostro piccolo terremoto che chiamate “figlio” vi ha lasciato una bella sorpresa sul tappeto o sulla moquette, non disperate, perchè anche in questo caso il ghiaccio è un ottimo alleato contro il chewing-gum! Riempite un sacchetto di plastica con tanti cubetti di ghiaccio, appunto, e appoggiatelo sulla gomma: quando si sarà fatta dura, toglietela con delicatezza e senza fretta con il supporto di un coltellino per non strappare i peli del tessuto. Se il fastidioso incidente dovesse capitarvi su un capo delicato, in questo caso vi consigliamo di recarvi in lavanderia per non apportare ulteriori danni.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>