Curare il ciclo irregolare con l’achillea

di Malvi Commenta

Per curare il ciclo irregolare esistono sostanzialmente due strade: la prima prevede l’uso della pillola che, come tutti i medicinali, ha però delle controindicazioni più o meno marcate da donna a donna, la seconda prevede l’utilizzo di rimedi naturali che nel tempo curano il ciclo irregolare e tendono a riportarlo su binari più normali. Noi oggi ci occupiamo dell’achillea, una pianta miracolosa per tutte quelle donne che soffrono di questo genere di problema.

L’achillea può essere assunta in gocce (tintura madre) oppure può essere utilizzate per tisane e decotti. Questa pianta, grazie alle sue spiccate proprietà, influisce in modo positivo sull’organismo della donna contribuendo a regolarizzare il ciclo mestruale in quei soggetti che, appunto, soffrono di gravi ritardi (o anche di freuqnti anticipi sulla data di arrivo della mestruazione).

Grazie ai flavonoidi che contiene (in particolare la vitexina), l’achillea vanta una spiccata azione riequilibrante del sistema ormonale ed è perfetta anche per alleviare i dolori mestruali visto che aiuta a rilassare la muscolatura liscia nei giorni in cui è presente il ciclo. Insomma l’achillea è tra i rimedi naturali più utili ed efficaci per combattere il ciclo irregolare senza appesantire l’organismo con medicinali o con la pillola che, se da una parte regolarizza il ciclo, dall’altra porta tutta una serie di controindicazioni che anche i ginecologi non nascondono.

Ovviamente, essendo un rimedio naturale, l’achillea ha bisogno di lavorare nel tempo per mostrare la sua efficacia. E’ facilmente acquistabile in erboristeria dove vi consiglieranno la versione che più fa per voi (tintura madre o infusi).

Foto | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>