Ricette economiche con spinaci: primo e secondo

di Redazione 1

Una fama accresciuta grazie al nostro amico Braccio di Ferro, così gli spinaci vengono solitamente mangiati con gusto, anche dai bambini che desiderano emulare il loro beniamino. Gli spinaci sono particolarmente ricchi di vitamine (A, C, E, K1, B1, B2, B6 e PP) e non manca neanche una generosa porzione di sali minerali (rame, fosforo, zinco, calcio, potassio), rendendo questa verdura rimineralizzante, tonificante e cardiotonica. Vengono spesso consigliati in caso di anemia per l’alto contenuto di acido folico. E il ferro del famoso cartoon? In realtà gli spinaci non sono ricchissimi di ferro come spesso si crede: tra l’altro solo il 5% di questo ferro viene effettivamente assorbito.

Risotto con gli spinaci per 4 persone, ingredienti:

– 500 gr di spinaci
– 300 gr di riso
– 1 confezione di panna da cucina
– pancetta
– olio di oliva, aglio, peperoncino
– sale.

Preparazione:

Lessare gli spinaci e ripassarli in padella con dell’olio, aglio, sale e peperoncino. Il riso non va assolutamente cotto a parte ma va aggiunto a cuocere insieme versando poco a poco del brodo e la pancetta rosolata precedentemente, finchè il riso non sarà cotto. Qualche minuto prima della fine della cottura, mettere in un pentolino la panna a riscaldare, e versavi il risotto. Servire, per chi lo desidera, con del parmigiano.

Malfatti per 4 persone, ingredienti:

– 500 gr di Ricotta
– 250 gr di Spinaci
– 2 uova
– grana padano
– 80 gr di Burro
– sale e pepe

Preparazione: Pulire con cura e lessare gli spinaci, dopo aver asciugato per bene l’acqua tritarli fino a ridurli in poltiglia e unirli alla ricotta. Amalgamiamo con cura. Aggiustiamo di sale, pepe, grana. Lasciare in frigo per mezz’ora,
mettere in frigo a riposare per circa 45 minuti. Riprendere l’impasto e amalgamare per bene le due uova. Fare delle palline con le mani e cuocerle in acqua bollente. Scolarle e passarle nel burro fuso fino a doratura. I malfatti si possono servire con ulteriore grana padano spolverato sul piatto.

Commenti (1)

  1. Ottima ricetta, per essere davvero economica bisogna stare attenti prezzi degli ortaggi ai supermercati, possono differenziarsi veramente di molto! Qualcuno ha qualche consiglio su come non rinunciare alla qualità pur spendendo poco?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>