Mini Imu, come funziona, chi deve pagarla e quanto graverà sui cittadini

di Redazione Commenta

Il supplemento Imu denominato mini IMU è al centro di infinite polemiche in questi giorni. La confusione non manca, cerchiamo quindi di fare chiarezza specificando come funziona la mini Imu, chi deve pagarla e quanto peserà sulla schiena del contribuente.

La mini Imu è una tassa per proprietari di prime case che ha la forma del conguaglio e che dovrà essere pagata, a meno di colpi di scena, il prossimo 16 gennaio 2014. L’integrazione Imu, tuttavia, non graverà su tutti i cittadini italiani proprietari di prime case: sono interessati solo i cittadini dei Comuni in qui l’aliquota per la casa principale è stata elevata sopra il 4 per mille. Si tratta comunque di un numero enorme di contribuenti, se si considera che i comuni in questione sono circa 2500.

Perché esiste la mini Imu? Da dove spunta fuori? Dopo il decreto legge 133/2013 il Governo Letta ha confermato l’esenzione dal pagamento Imu per la prima casa, tuttavia il DL 133 prevedeva anche che la seconda rata dell’IMU 2013 permanesse, in parte, nei comuni con aliquote nel 2013 superiori al 4 per mille. L’extragettito che i Comuni dovrebbero percepire oltre il 4 per mille (nel caso di Milano siamo per esempio al 6 per mille, quindi sul 2 per mille eccedente) dovrà essere pagato per il 40% dai cittadini residenti nel comune e proprietari di prime case.

Ricordiamo che al di là di tutto nessuna esenzione e nessun beneficio è previsto per coloro che possiedono una prima casa nelle categorie catastali A1, A8 e A9. Quindi, ricapitolando, la mini Imu è una tassa supplementare con scadenza 16 gennaio 2014. La devono pagare i proprietari di prime case nei comuni con aliquota superiore al 4 per mille. I costi variano in base ai casi essendo correlati alle diverse aliquote, ovvero al 40% dell’extragettito derivante dall’aumento dell’aliquota oltre il 4 per mille.

Prima di proporre l’elenco dei comuni, suddivisi per regione, dove si dovrà pagare la mini IMU, una precisazione importante: le amministrazioni comunali hanno tempo fino al 9 dicembre per pubblicare le nuove aliquote Imu, la lista non può quindi dirsi definitiva fino a tal giorno. Ecco l’elenco da consultare:

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Abruzzo

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Basilicata

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Calabria

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Campania

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Emilia Romagna

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Friuli Venezia Giulia

Mini Imu, i comuni che devono pagarla nel Lazio

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Liguria

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Lombardia

Mini Imu, i comuni che devono pagarla nelle Marche

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Molise

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Piemonte

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Puglia

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Sardegna

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Sicilia

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Toscana

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Umbria

Mini Imu, i comuni che devono pagarla in Veneto

Photo credits | Images Money su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>