Toscana: finanziamento per le nuove imprese

di Laura 1

Con l’attuale crisi economica le imprese stentano a crescere e ancor di più é difficile crearne nuove. Nuove imprese non solo aumentano il Pil ma generano anche occupazione. E’ disoccupazione record infatti tra i giovani: il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) a maggio è salito al 29,2% dal 29,1% di aprile, é quindi aumentato di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile e di 4,7 punti percentuali rispetto a maggio 2009: é il dato peggiore dal 2004. Confindustria decide così di incentivare le imprese nascenti di Firenze. L’accordo, nato per favorire l’incontro fra imprenditori e nuovi imprenditori e promuovere i nuovi progetti imprenditoriali, è stato sottoscritto in questi giorni in Palazzo Vecchio e rientra nel progetto “Firenze crea impresa” di Confindustria. In pratica saranno finanziati almeno 5 progetti, con un capitale di 50mila euro ciascuno.

Questo accordo va in tre direzioni – spiega il vicesindaco Dario Nardella – La prima, è quella di far nascere nuove imprese partendo da progetti innovativi; la seconda, è di mantenere i ‘cervelli’ nel nostro territorio, perché troppo spesso giovani brillanti e creativi non trovano strutture che li supportino e vanno all’estero; la terza, è dare una risposta alla crisi dando nuovo dinamismo al mercato. In tutto questo è decisivo il ruolo dell’Incubatore, che con il suo lavoro sta ottenendo risultati molto positivi. Ed anche in questo caso, grazie al finanziamento di Confidustria, le prospettive sono già ottime.

E’ un accordo per selezionare, supportare e finanziare idee innovative perche’ diventino concrete, le nuove aziende non solo saranno finanziate ma avranno supporto in termini di competenze e rete di relazioni. L’intesa, che ha validita’ biennale, aiuterà quindi almeno 5 progetti, entro la fine dell’anno ci sara’ la valutazione e conferma dei progetti presentati. Tempo un anno quindi per lo sviluppo dei progetti, la stesura dei business plan e la proposta alla rete degli investitori dovranno finanziare le prime nuove aziende.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>